Un drone al servizio del Pnalm

Addetti ente, con patentino, potranno controllare area protetta

(ANSA) - PESCASSEROLI (L'AQUILA), 27 FEB - Tra le iniziative per migliorare efficienza ed efficacia delle attività istituzionali il Parco nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise ha deciso di dotarsi di un primo drone, tecnologicamente avanzato in termini di ottiche, raggio d'azione e capacità di trasmissione delle immagini. Per pilotare un drone serve specifica abilitazione, pertanto hanno partecipato a un corso, organizzato dalla società aggiudicataria della fornitura, 4 addetti del Servizio di Sorveglianza, un addetto del Servizio Tecnico e un addetto del Reparto Carabinieri Parco che opera nell'area protetta. Una sessione teorica si è svolta nella sede dell'Ente a Pescasseroli, una pratica per addestramento e pilotaggio dei velivoli Apr multi rotore nell'area di volo di Narni (Terni). I partecipanti, superato l'esame finale, sono stati abilitati all'uso dei droni avendo acquisito il titolo ufficiale di operatore aereo ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile) che ha rilasciato l'apposito patentino.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie