Pescara algoritmo e percorso nascite

Rosati, attivate regole e filtri. Primo parto in sala Covid

(ANSA) - ROMA, 1 APR - Parto in sala Covid all'ospedale di Pescara lo scorso 23 marzo. Qui già da almeno 20 giorni era stato attivato il doppio percorso per partorienti affette da Covid-19 e partorienti senza contagio. E per un filtro attento il reparto ha ideato anche un algoritmo per attivare i percorsi in piena sicurezza. A fare il punto è il primario di Ginecologia, Maurizio Rosati, direttore Dipartimento Materno-Infantile UOC Ostetricia e Ginecologia del nosocomio.
    "Ho predisposto una sala parto, una sala tagli cesarei e letti riservati e debitamente isolati per prodromi e puerperio, appositamente per le gravide sospette Covid+, con punto di triage e video informativi all'ingresso del blocco parto. In questo momento è importante e tranquillizzante mostrare alle pazienti che c'è organizzazione e rigore". In particolare, "per le partorienti positive - spiega Rosati all'ANSA - abbiamo attivato la zona triage pazienti gravide; un video informativo su Covid-19 e uscita sala parto Covid+; ingresso blocco parto con video informativi".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie