In sei anni green bond quintuplicati nel mondo

Rapporto UniCatt e Assbb, passano da 50 a 250 miliardi dollari

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 21 MAR - Nel periodo tra il 2014 e il 2019 le emissioni di green bonds a livello mondiale sono quintuplicate, passando da meno di 50 miliardi di dollari a oltre 250. E' quanto rileva l'Osservatorio monetario dedicato alla Finanza verde. Il rapporto, realizzato dall'Università Cattolica, in collaborazione con l'Associazione per lo sviluppo degli studi di banca e borsa (Assbb) è disponibile online sul sito del Laboratorio di analisi monetaria (Lam) dell'Ateneo.
    Nella ricerca emerge che la finanza è sempre più "green". Da alcuni anni in tutto il mondo il mercato degli investimenti finanziari sostenibili, infatti, è, in forte espansione, e l'Europa è leader in questo settore: tra il 2012 e il 2018, il valore delle attività gestite da fondi comuni 'responsabili europei è raddoppiato, passando da 250 a 500 miliardi di euro.
    Restano però alcuni ostacoli a un suo maggiore sviluppo, per esempio l'incerto quadro regolatorio.
    L'interesse per gli investimenti sostenibili proviene sia "dagli investitori istituzionali, come fondi pensione, assicurazioni e altri intermediari finanziari, sia dai risparmiatori al dettaglio, osserva Angelo Baglioni, direttore Osservatorio Monetario. Questo interesse, continua Baglioni, può avere due motivazioni: "La prima è la volontà di destinare i propri investimenti alla buona causa della sostenibilità, secondo diversi criteri tra cui quello ambientale sta diventando quello dominante. La seconda è data dal fatto che spesso il rispetto di criteri Esg va di pari passo con un buon rendimento e un basso rischio degli investimenti: le imprese che si impegnano a rispettare criteri di sostenibilità sono spesso quelle che hanno una governance migliore e una trasparenza maggiore. In altre parole: investire in modo responsabile non vuol dire rinunciare al rendimento".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA