Musei: Archeologico di Napoli, la Preistoria ritrovata

3000 reperti, 8 sale, 3 livelli. Giulierini: un racconto nuovo

(ANSA) - NAPOLI, 28 FEB - La Preistoria ritrovata: 3.000 reperti dal Paleolitico Inferiore all'Età del Ferro, in otto sale su tre livelli per oltre 1000 mq: il Museo Archeologico Nazionale di Napoli riapre una sezione negata da tempo ai visitatori con un restyling luminoso e colorato, per un viaggio a ritroso nel tempo, fino a 450mila anni fa.
    ''Un racconto nuovo per il cammino più antico dell'uomo - spiega Paolo Giulierini, direttore del MANN - con la riapertura della sezione Preistoria e Protostoria ritroviamo, dopo un quarto di secolo, il senso di una collezione identitaria. Grazie a un imponente e meticoloso lavoro di riallestimento e valorizzazione dei preziosi reperti campani e meridionali, per il visitatore da oggi sarà più facile orientarsi tra le ere, comprendere l'evoluzione umana ma anche approfondire la conoscenza del nostro territorio e immaginare quando nel Paleolitico, per fare solo un esempio, l'isola di Capri, tutt'uno con la terra, era abitata da ippopotami e rinoceronti''. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie