Basile, opere ultimate entro 31/12

Commissario in commissione:non spesi 10 mln,restituiti a Regione

(ANSA) - NAPOLI, 1 OTT - "Contiamo di chiudere la maggior parte dei cantieri aperti entro il 30 ottobre. Solo per il San Paolo e il Pala Dennerlein la consegna arriverà entro il 31 dicembre quando terminerà il mandato assegnato all'Aru. Ma tutti i lavori sono stati finanziati e verranno completati". Il post Universiadi, con gli impianti cittadini da finire e il punto sullo stato dei lavori in corso, è stato al centro dell'audizione del commissario dell'Aru Gianluca Basile nella commissione di monitoraggio delle Universiadi del Comune di Napoli presieduta da Vincenzo Moretto.
    Il commissario ha risposto ai dubbi mossi da Moretto e dai consiglieri Nino Simeone e Mario Coppeto che gli hanno chiesto conto dello stato dei lavori ancora in corso, anche alla luce di una serie di sopralluoghi fatti, manifestando in generale apprezzamento per il lavoro svolto. La commissione continuerà a svolgere i suoi compiti di monitoraggio fino al 31 dicembre quando è previsto lo scioglimento dell'Aru. "E' andato tutto abbastanza bene - ha riconosciuto Moretto - restano alcune criticità da risolvere in ordine agli impianti".
    In particolare - ha sottolineato Moretto - al Palavesuvio dove si registrano infiltrazioni d'acqua nella palestra A ("e un iniziale stato di degrado nell'area verde antistante"), all'Ascarelli dove va rifatto il manto erboso, ai Caduti di Brema e al Pala Dennerlein dove va ultimata la palestra. Dai tecnici dell'Aru sono giunte rassicurazioni su tutti gli impianti per i quali si è ancora in fase di collaudo.
    A Basile è stato chiesto anche come verranno utilizzate le economie di spesa riportate, 10 milioni di euro destinati ad aumentare da qui al 31 dicembre: "Soldi - ha precisato Basile - che sono stati restituiti alla Regione Campania e che non sono più nella disponibilità dell'Aru a partire dal 31 luglio scorso". Basile ha precisato che dopo il 31 dicembre, qualora ci dovessero essere dei ritardi nell'ultimazione dei lavori, la competenza passerà probabilmente in capo ai singoli comuni proprietari dell'impianto: su questo si sta facendo una valutazione proprio in questi giorni. Chiarezza è stata fatta sulla liquidazione di volontari e tirocinanti, risorse determinanti per la riuscita dell'evento. "Da oggi - ha detto Basile - si procede con la liquidazione dei circa 600 tirocinanti prestati dalle università. Con loro si sta provvedendo alla liquidazione degli oltre 5000 volontari, la maggior parte dei quali è stata pagata".
    Nel corso dell'audizione sono stati sgombrati anche i dubbi circa l'affidamento esclusivo della piscina Scandone alla Federazione Nuoto. L'idea - è stato spiegato - è quella di farne un centro federale ma senza che ciò comporti l'esclusione delle associazioni non affiliate alla Fin dall'utilizzo della piscina.
    Il consigliere Coppeto ha chiesto se il materiale sportivo comprato non possa essere devoluto alle scuole, mentre Nino Simeone ha sottolineato come alla città sia rimasto poco in eredità in termini di trasporti e viabilità ("si potevano acquistare degli scuolabus o dei nuovi bus con i 10 milioni risparmiati"). Moretto, in conclusione, ha chiesto a Basile un inventario delle attrezzature sportive e degli arredi eredità dei Giochi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Universiade 2019
         (ANSA)

        Universiadi: da Regione 8 mln a Collana

        Con fondi risparmiati interventi da 1,2 mln per il San Paolo


         (ANSA)

        Universiadi:ok a lavori al Pinto Caserta

        Ok della giunta per il completamento dello stadio di Caserta


         (ANSA)

        Aspettando la 30 Summer, premio a Milano

        Film documentario tra le 136 opere di Sport Movies & Tv 2019


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere