Siccità: Priolo, in E-R 705 mln di investimenti, 70% fatto

"Comporteranno aumento risorsa di 75 mln di mc, ma non basta"

Redazione ANSA BOLOGNA
(ANSA) - BOLOGNA, 18 OTT - "In Emilia-Romagna in questo momento stiamo portando avanti interventi per 705 milioni di euro con un 70% di stato di avanzamento. Tutto ciò comporterà un aumento della risorsa di 75 milioni di metri cubi, ma è evidente che di fronte agli eventi siccitosi che abbiamo non è sufficiente". A dirlo è l'assessora dell'Emilia-Romagna all'Ambiente Irene Priolo rispondendo a una domanda sulle azioni prese dalla Regione per contrastare la crisi idrica.

Gli interventi, precisa, riguardano: "gli invasi, anche ad uso plurimo, come casse di espansione che possono essere utilizzate anche in estate, interventi sulle perdite di rete e sul riuso delle acque di depurazione. Sono interventi a 360 gradi - ha sottolineato - che guardano alla risorsa idrica per migliorarne lo stoccaggio e il riutilizzo".

Ma bisognerà fare di più: "Continuare a lavorare in questa direzione - insiste, citando l'esempio dell'invaso di Vetto, in Val d'Enza, sul quale poco prima, durante il convegno per il centenario dell'Anbi a Bologna, si era espresso anche il presidente dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, che ha promesso che "stavolta realizzeremo quella diga".

Dei 705 milioni di interventi, 255 sono fondi del Pnrr, mentre altre risorse derivano dal Piano Invasi del Mipaaf, altre da ordinanze di Protezione Civile, altre dal Piano di sviluppo rurale, altre ancora da leggi regionali. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA