Diretto alle scuole I e II grado della Lombardia

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - E' una buona "pasta madre" quella che si prepara intorno alle cose che si fanno "per dovere e per amore", e così noi "abbiamo il dovere di ricordare chi ha sacrificato la propria vita, che è anche un modo per stare vicino alle famiglie". Lo ha detto oggi il prefetto di Milano, Renato Saccone, introducendo, a Milano, al palazzo del governo, l'edizione 2020 del 'Progetto interforze Lombardia', dedicato alle scuole.
    A organizzarlo l'associazione 'Vittime del dovere' in collaborazione con Esercito Italiano, Polizia di Stato, Arma dei carabinieri, Guardia di Finanza, Regione Lombardia e Comune di Milano. Si tratta di un progetto di educazione alla cittadinanza e alla legalità in memoria, appunto, delle vittime del dovere, denominato 'Insieme per la legalità' e rivolto alle scuole di primo e secondo grado della Lombardia, con particolare riferimento ai temi del cyberbullismo, delle dipendenze e della legalità economica. All'incontro erano presenti oltre alla presidente dell'associazione, Emanuele Piantadosi (figlia del maresciallo capo dei Carabinieri Stefano Piantadosi, Medaglia d'Oro al Valor civile, ucciso il 15 giugno 1980 da un ergastolano evaso in permesso premio dal carcere di Porto Azzurro), l'assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, la vicesindaco di Milano, Anna Scavuzzo, e i vertici locali di Arma, Polizia, Gdf ed Esercito. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA