Dal 27 settembre al 4 ottobre torna Raccontiamoci le mafie

Rassegna di autori, libri,arti su mafie, legalità, giustizia

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 SET - Torna dal 27 settembre al 4 ottobre 2020 la nuova edizione di "Raccontiamoci le mafie", la rassegna di autori, libri e arti su mafie, legalità, giustizia e impegno civile ideata dal Comune di Gazoldo degli Ippoliti (Mn) e realizzata in collaborazione con Avviso Pubblico.
    Novità di questa edizione 2020 è il format interamente online con gli eventi culturali che si svolgeranno in live stream su www.raccontiamocilemafie.it e su www.avvisopubblico.it oltre che sui rispettivi canali Facebook e YouTube della Rassegna e di Avviso Pubblico.
    Anche se in versione interamente digitale la rassegna proporrà, come negli anni passati, numerosi appuntamenti per promuovere la formazione civile contro le mafie e affermare i valori di legalità e giustizia. In particolare il tema di questa VI edizione sarà "L'Italia al tempo del Covid: una sfida per la ripartenza".
    Ad intervenire online saranno oltre 40 ospiti tra i quali Gherardo Colombo, già magistrato e fondatore dell'Associazione Sulle Regole, Vittorio Rizzi, Direttore Centrale Anticrimine, Stefano Allievi, professore ordinario di Sociologia all'Università degli Studi di Padova, Silvia Canuti, Direttrice Caritas diocesana di Mantova, Marco Rossi-Doria, già sottosegretario al Ministero della Pubblica Istruzione, Piergiorgio Morosini, giudice del Tribunale di Palermo, Gianni Tognoni, epidemiologo e Presidente del Tribunale permanente dei popoli, Giuseppe Giulietti, Presidente della Federazione Nazionale stampa italiana, Rocco Sciarrone, professore ordinario di Sociologia all'Università di Torino, Giuseppe De Marzo, Coordinatore della Rete dei Numeri Pari.
    Come nelle passate edizioni anche quest'anno Raccontiamoci le mafie darà spazio ai linguaggi artistici grazie alle video-letture dedicate ogni giorno a una diversa personalità che si è distinta per l'impegno civile nella storia recente del nostro Paese: da Piero Calamandrei a Monsignor Giovanni Nervo, da don Lorenzo Milani ad Alexander Langer, da Tina Anselmi a Libero Grassi.
    Estratti di loro brani saranno letti dalle attrici Tiziana Di Masi, Silvia Busato, Michela Cescon, e dagli attori Beppe Casales, Vasco Mirandola e Simone Derai.
    La rassegna si aprirà domenica 27 settembre con l'incontro "Ri-partire dalla Costituzione" a cui parteciperà online Gherardo Colombo intervistato da Roberto Fasoli, membro della Commissione consultiva di Avviso Pubblico.
    Durante la settimana ogni sera alle ore 21 Raccontiamoci le mafie proporrà sul suo sito web (www.raccontiamocilemafie.it) e sui canali social un dibattito online per capire l'impatto dell'emergenza Coronavirus sulle disuguaglianze sociali e sul mondo della scuola, delle ecomafie, della sanità e del lavoro.
    Sabato 3 ottobre alle 18 si parlerà invece di Informazione, musica e cultura contro le mafie. L'evento di chiusura si terrà domenica 4 ottobre alle 17,30 e sarà dedicato al manifesto #Giustaitalia. Patto per la ripartenza.
    Quest'anno la rassegna non potrà entrare nelle scuole del territorio, ma è comunque previsto un seminario formativo online per dirigenti e insegnanti sul tema dell'educazione alla legalità in collaborazione con il Centro di Promozione della Legalità di Mantova.
    Il programma completo della rassegna è disponibile sui siti www.raccontiamocilemafie.it e www.avvisopubblico.it Tutti gli eventi saranno in live streaming su www.raccontiamocilemafie.it e su www.avvisopubblico.it oltre che sui loro canali social, con possibilità di rivederli online sul canale Youtube di Raccontiamoci le mafie e di Avviso Pubblico. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA