In 500 licei il 17 la Notte dei Licei

Al Mameli a Roma anche l'assaggio di un banchetto romano

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Maratone di letture di poeti antichi e moderni, drammatizzazioni in italiano e in lingua straniera, esposizioni di arti plastiche e visive, concerti ed attività musicali e coreutiche, presentazioni di libri e incontri con gli autori, cortometraggi e cineforum, esperimenti scientifici, degustazioni a tema e ispirate al mondo antico e molto altro ancora, lasciato alla libera inventiva e creatività dei giovani guidati dai loro docenti. E' questa la Notte Nazionale del Liceo Classico, un inno festoso alla cultura classica, la dimostrazione della passione che anima studenti e docenti impegnati in questo indirizzo di studi.
    "Anche nel cuore di Roma, in un Liceo classico piccolo e prestigioso, il Mameli, affronta la Notte bianca con partecipazione e motivazione, tutti tesi a dimostrare la validità di un percorso che guarda al presente e al futuro attraverso lo studio del mondo antico", spiega la docente Laura Bianchi. Al Mameli la notte, che avrà come leitmotiv la canzone Heal the world tradotta in latino dagli studenti, accoglierà come ospiti Massimo Giletti che presenterà il suo libro "Le dannate", storia delle sorelle Napoli che non si arrendono alla mafia, e Andrea Cascioli, fumettista di fama internazionale, autore tra l'altro del fumetto Nathan Never, intervistato dal dirigente Rai Com Roberto Genovesi; trascorrerà fra scene in latino, dibattiti su tematiche di letteratura latina/ greca e sull'agenda 2030 con scelta di alcuni obiettivi di sviluppo sostenibile che verranno messi a confronto con il mondo antico.
    Ci saranno rappresentazioni di dialoghi illustri a coppie (Luciano - Pavese; Tasso- Leopardi; Voltaire- Primo Levi) e si rappresenterà in prima persona la figura, vita e martirio di Ipazia di Alessandria. Sarà poi offerto ai partecipanti l'assaggio un vero banchetto romano con cibi cucinati secondo le ricette del De re coquinaria di Apicio nella cornice di Tableaux vivant, dalla Antichità al XX secolo.
    Nata da un'idea del professor Rocco Schembra, docente di Latino e Greco presso il Liceo Classico Gulli e Pennisi di Acireale (CT), la Notte bianca del Liceo Classico ha avuto, fin dalla sua prima edizione, un gran numero di adesioni da parte dei licei classici italiani e l'attenzione dei media Il 17 gennaio, in contemporanea dalle 18:00 alle 24:00, circa 500 Licei Classici d'Italia aprono le loro porte alla cittadinanza che potrà seguire gli studenti mentre si esibiscono in performances di vario tipo.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA