• Contatto umano conta per felicità, con pandemia più soli
ANSAcom

Contatto umano conta per felicità, con pandemia più soli

Lo rivela ricerca NIVEA che lancia iniziativa #careforhumantouch

Milano ANSAcom

Il contatto umano è considerato, dalla maggior parte delle persone in tutto il mondo, essenziale per la felicità e per la salute. Una consapevolezza, cresciuta durante la pandemia da Covid 19 ancora in corso, che ha aggravato la privazione del contatto umano; tanto che una persona su due ha sottolineato come l’isolamento le abbia causato una sensazione di solitudine mai provata prima.
A rivelarlo, due studi scientifici mondiali sull’importanza del contatto umano - condotti prima e durante la pandemia - pubblicati da NIVEA, marca leader in prodotti per la cura della pelle, la quale, in risposta a questi risultati, ha lanciato oggi il suo nuovo brand purpose. Ovvero quello che definisce chi è perché lo fa: “Sosteniamo il valore del contatto umano per ispirare unione e vicinanza”.
L'obiettivo è quello di promuovere i comprovati benefici per la salute grazie al contatto umano e supportare lo skin-touch non appena le circostanze lo consentiranno. Nel corso dello studio, nove intervistati su dieci - prima e durante la crisi del Covid 19 - hanno affermato che il contatto umano è la chiave per vivere in modo felice e appagante. Eppure, questo desiderio universale rimane insoddisfatto. Quattro persone su cinque che vivono da sole hanno riferito di non avere contatti umani ogni giorno. I soggetti più colpiti dalla solitudine sono le persone che vivono da sole e i genitori single, così come gli adolescenti e i millennial: il 23% dei genitori single e il 24% degli adolescenti hanno infatti espresso un forte sentimento di solitudine, rispetto a una media globale del 16%.
Il sondaggio dimostra che, in tutto il mondo, le persone hanno sacrificato il contatto fisico durante la pandemia. Il 75% degli intervistati ha affermato che l'isolamento ha permesso loro di capire quanto sia importante il contatto fisico e umano per la salute. Oltre un terzo delle persone desidera, a fine pandemia, aumentare il contatto umano nell’ambito della loro cerchia più ristretta.
“Costretti come siamo a rispettare il distanziamento sociale durante la pandemia, dobbiamo mantenere e approfondire le nostre relazioni intime come scudo contro la solitudine. Nell’ambito della nostra cerchia familiare, il contatto fisico è quindi più importante che mai”, ha dichiarato Ralph Zimmerer, Global Vice President NIVEA Brand Identity & Brand Capability.

In collaborazione con:
Nivea

Archiviato in


Modifica consenso Cookie