Teen

Generazione Z troppo ansiosa, per calmarli ci vuole la nostalgia

Flinstones, Miami Vice, My Little Pony e trattamenti da Spa anti-stress. Trend retrò per i nativi digitali

gen Z, lo yoga contro l'ansia © ANSA

I ragazzi sono ansiosi, troppo ansiosi. Per calmarli funziona la nostalgia, veicolata anche attraverso l’acquisto di prodotti dall’aria retrò. I ricordi dell'infanzia (propria o dei loro fratelli maggiori, zii e genitori) sono l'antidoto perfetto.
Nata con lo smartphone in mano, la cosiddetta Generazione Z è la più abile sui social. Comunica attraverso snapchat, si mostra su instagram e parla con mamma, papà e nonni tramite facebook e whatsapp. Di fronte agli estranei in carne ed ossa però va nel panico. Non sanno affrontare la cassiera del supermarket o il fornaio, sono in soggezione a parlare col proprio medico e chiedono il supporto di mamma. Devono farsi coraggio perfino per avere informazioni per strada e così via. I nativi digitali hanno punte di stress e ansia mai raggiunte dalle generazioni precedenti tanto che negli Stati Uniti il 90% dei nati dal 2000 in poi ne soffre, come denunciato nel report ‘stress in America’ presentato all’ultimo congresso delle American Psychological Association. Il fenomeno si percepisce anche in Europa.
Coglieranno sempre più questo disagio nascente anche le industrie e il business del benessere che puntano alla nostalgia e ai trattamenti anti-stress come 'comfort food' dell'anima dei ragazzi moderni. I ricordi vendono da sempre e il successo mondiale del gioco Pokemon Go, rispolverato e reso attuale un paio di anni fa’, ha confermato l’assioma che si fa largo fra i giovani che si apprestano a superare l’esame di maturità questo anno e ai loro pari di pochi anni più piccoli. La generazione Z si innamora così di magliette, film, telefilm, giocattoli iconici, videogames dall’aria retrò e del makeup in pieno stile cartoon anni 80 e 90. Ha studiato il nuovo fenomeno la parigina BeautyStreams, che effettua ricerche sui fenomeni emergenti e futuri per i mercati di tutto il mondo ed ha appena sfornato i macrotrend dello shopping 2019-2025.
Spiega Michele Superchi, marketing manager di Beautystrems: “L’ansia è uno dei più comuni problemi psicologici del mondo sviluppato. Secondo i dati Anxiety Centre, affligge in media il 30% della popolazione statunitense. In Francia oltre una persona su 5 prende farmaci per tenerla a bada e i due terzi sono donne. La Generazione Z è afflitta dall’ansia a causa dell’uso massiccio di internet e dal bombardamento di informazioni a cui sono sottoposti. La società sta adottando differenti approcci per affrontare il problema. Il trend nel campo della salute e del benessere punta alla pratica dello yoga, del tai-chi, della meditazione e del mindfulness da parte dei ragazzi. Sta prendendo anche piede l’uso delle medicine olistiche a base di erbe e, sul fronte commerciale, funziona la strategia della nostalgia come antidoto allo stress. Così assiteremo sempre di più al ritorno di icone retrò, show televisivi familiari e cartoons innocenti, un modo per sperimentare una sorta di comfort emozionale che richiama alla loro infanzia”.
I ragazzi perciò impazziscono per ‘Ralph Spaccatutto’ e ‘Ralph spacca-internet’ che, ispirato a personaggi dei videgames amati negli anni passati, non è solo una pellicola di successo ma apparirà in un videogioco di ruolo di prossima uscita. Seguono gli ‘iconici’ Flintstones, popolarissimi personaggi Hanna & Barbera del 1960 (il film ‘Gli antenati’ del 1994 è ora in onda su Paramount Channel) tanto che Lego ha annunciato che metterà in produzione un set di personaggi dedicato ai Flintstones originali.
Femmine e maschi ricopiano i look alla Miami Vice (serie di genere poliziesco di trent'anni fa è di nuovo in onda), indossano le magliette con le stampe che citano le vecchie serie televisive e si truccano alla My Little Pony. Il ‘Mio piccolo pony’, lanciato nel 1982 e immediatamente popolare, è giunto ora alla quarta generazione. Il film revival, nelle sale nel 2017, ha riscosso un inaspettato successo da parte del pubblico adolescente, inclusi i maschi fra i quali è esploso il fenomeno dei trucchi bronies (dall'unione delle parole brother e pony). Sul maquillage in stile unicorno i tutorial su youtube sono motissimi e, in ambito beauty, i giovani amano fare i trattamenti anti stress da Spa ma nella vasca del bagno di casa e le maschere defaticanti per il viso fin dalla più tenera età, come si è visto all’ultimo Cosmoprof, la fiera mondiale dell’estetica svolta ad Hong Kong.

  • di Agnese Ferrara
  • 26 gennaio 2019
  • 17:23

Condividi la notizia