Salone di Ginevra, tutto esaurito al Palexpo' per l'edizione 2019

Oltre 180 espositori, con 900 auto esposte dal prossimo 7 marzo

Redazione ANSA ROMA

Saranno oltre 900 i modelli esposti alla 89ma edizione del Salone Internazionale dell'Auto di Ginevra e nelle giornate riservate alla stampa verranno tenute, oltre alla cerimonia finale del premio Car of The Year 2019, più di 70 conferenze stampa. Gli organizzatori dell'evento ginevrino anticipano in una nota che quest'anno saranno circa 180 gli espositori presenti, occupando i sei padiglioni del Palexpo'. Un ulteriore padiglione, il numero 7, é stato invece riservato a fornitori ed a rappresentanti del settore nazionale equipaggiamenti per auto.

''Quello di Ginevra é il più internazionale di tutti i saloni dell'auto - ha commentato Maurice Turrettini, presidente del Geneva International Motor Show - ed esponiamo marchi di tutto il mondo. Quest'anno diamo il benvenuto a Ginevra a costruttori meno conosciuti e provenienti, ad esempio, dalla Cina e dalla Russia. Dall'altra parte siamo lieti di poter annunciare la presenza di costruttori di automobili svizzeri, quali Kyburz Switzerland oppure Rinspeed''. L'edizione 2019 si presenta con una superficie espositiva invariata e fa registrare, oltre all'assenza dei marchi che avevano rinunciato lo scorso anno a partecipare - cioè Opel, Infiniti e DS - la sola defezione di Ford. Volvo rinuncia ad un proprio stand, mentre Volvo Car Group sarà rappresentato dal suo marchio Polestar con uno stand dalla superficie maggiore. A fronte della rinuncia di alcune Case, sono quasi 30 i nuovi marchi che debuttano al Palexpo' ginevrino. ''Il grande interesse mostrato da molti espositori più piccoli ma spesso anche molto esclusivi - ha aggiunto André Hefti, direttore generale del Salone - testimonia la grande attrazione che suscita il l'Auto Show di Ginevra. Per la prima volta si potranno vedere al Salone un'ampia serie di costruttori di modelli e di tuner di alto pregio''.

Per raggiunto pensionamento proprio André Hefti passerà le consegne il prossimo 30 giugno a Olivier Rihs, 49 anni con ampia esperienza nel settore digitale dell'automotive, designato ad occupare la posizione direttore generale del Geneva International Motorshow. Rihs sta affiancando dallo scorso primo febbraio Hefti, (ancora in carica sino a fine giugno) ed inizierà ufficialmente il suo nuovo incarico a partire dal prossimo primo luglio.

Già da adesso nella pagina web www.gims.swiss si possono visualizzare tutte le informazioni ed i consigli utili per programmare una visita con la possibiità, sino al 15 marzo, di vincere molti biglietti d'ingresso. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA