Bosch Climo, scatola intelligente che sorveglia qualità aria

100 volte più piccola e 10 meno cara di centraline tradizionali

Redazione ANSA

LAS VEGAS - Si chiama Climo ed è un'anonima quanto ipertecnologica scatola grigia che aiuta già alcuni amministratori locali e che nei prossimi mesi potrebbe debuttare anche nel panorama delle nostre città, fornendo un importante contributo per la gestione della qualità dell'aria e il monitoraggio dell'inquinamento in ambito urbano. Al Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas Bosch ha presentato questo innovativo sistema di monitoraggio che può aiutare a gestire i parametri di qualità dell'aria in tempo reale e a un costo molto inferiore rispetto alle tecnologie esistenti. La piccola scatola di Climo - che consente una misurazione rapida e precisa dei dati ed è collegata attraverso la rete wireless - arriva alla passerella dell'evento di Las Vegas avendo conquistato un prestigioso Innovation Award CES 2018 nella categoria smart city e monitorerà la qualità dell'aria nella città del Nevada nell'ambito di un progetto di collaborazione con le autorità locali. Mentre i sistemi di monitoraggio della qualità dell'aria tradizionali richiedono ingenti investimenti anche in infrastrutture e sono complessi da utilizzare, Climo è grande solo un centesimo rispetto alle centraline oggi disponibili e costa solo un decismo rispetto a questi sistemi tradizionali di monitoraggio. Climo è stato inoltre concepito per supportare un'ampia gamma di condizioni climatiche e può essere alimentata sia a 110/220 V che a 12 V corrente continua.

Sviluppato da ingegneri Bosch in India in collaborazione con Intel, Climo consente una rapida e accurata misurazione dei parametri di qualità dell'aria. Combina sensori e software per fornire un'ampia gamma di dati su inquinanti come particolato, monossido di carbonio, ossido d'azoto, diossido di azoto, anidride solforosa e ozono. Il sistema fornisce altresì dati provenienti dai paramenti ambientali come temperatura, umidità relativa, intensità della luce, intensità del rumore, pressione atmosferica e persino quantità di pollini nell'aria. I dati acquisiti da Climo possono essere utilizzati dalle città in un'ampia gamma di approcci proattivi come la gestione del traffico in specifiche aree e può servire anche per fornire alla popolazione consigli e informazioni in tempo reale. Chi è affetto da asma o allergie, ad esempio, può sapere immediatamente se è preferibile non uscire o evitare determinate zone della città. Climo rappresenta inoltre un'utilissima fonte di dati utili per prendere le pianificazione future, ed è fornito di una interfaccia di gestione progettata espressamente per essere utilizzata dalle amministrazioni locali. Nelle aree rurali o nei parchi, il sistema può anche fornire avvertimenti tempestivi in caso di incendi e inquinamento dell'aria da rilascio di rifiuti.

La raccolta di dati sul microclima è resa possibile grazie alla connettività dei sensori wireless compatti. La calibrazione e il monitoraggio a distanza può avvenire sia via wireless (Wi-Fi e 3G) che attraverso una connessione cablata. Il sistema Climo è alimentato con tecnologie Intel IoT e presenta funzionalità di analisi basata su cloud, gestione dati e software di visualizzazione. Le unità sono preconfigurate per ogni singola ubicazione e possono essere ulteriormente configurate usando aggiornamenti over-the-air. La semplicità di aggiornamento è parte del design Climo e consente di rimanere al passo con le future tecnologie, come il 5G, non appena saranno disponibili.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA