ANSAcom

Mobilità: a Roma e Milano taxi è anche condiviso

Con Wetaxi possibilità di risparmiare per chi fa stesso percorso

MILANO ANSAcom

A Milano e a Roma arriva la rivoluzione del taxi in condivisione. La novità, che sarà disponibile da subito a Roma e che partirà tra qualche mese a Milano, arriva con lo sbarco nelle due città della applicazione 'Wetaxi', che permette ai clienti di prenotare, pagare e condividere i taxi attraverso lo smartphone.
Ad aderire alla piattaforma sono nella Capitale i 500 taxi della cooperativa romana Samarcanda e a Milano i 1.800 taxi della cooperativa Taxiblu.
Una delle novità introdotte da Wetaxi è la possibilità di condividere la corsa tra persone che fanno lo stesso percorso o un percorso simile con il vantaggio di un risparmio economico. Una novità che "permette di usufruire del servizio taxi anche a chi singolarmente non se lo può permettere - ha sottolineato Fabrizio Finamore, presidente di Samarcanda -, grazie agli spostamenti condivisi molte più persone potranno utilizzare il servizio taxi".
"Abbiamo deciso di aderire a Wetaxi perchè crediamo nelle possibilità che possono offrire i servizi innovativi", ha aggiunto Emilio Boccalini, presidente di Taxiblu. "Il taxi condiviso è una grande opportunità anche per chi non può sostenere i costi tradizionali - ha concluso Massimiliano Curto, fondatore e amministratore di Wetaxi -. Il servizio partirà subito a Roma e a Milano fra qualche mese, dopo un dialogo e un confronto con l'amministrazione".

In collaborazione con:
Wetaxi

Archiviato in