Nuova Honda Civic e:HEV: la prova della full-hybrid da corsa

Buone prestazioni e consumi contenuti per la nuova Civic ibrida

Redazione ANSA ROMA

Per dieci generazioni Honda Civic ha rappresentato una scommessa vinta dalla casa giapponese a vantaggio di tutta l'industria automobilistica. È stata il punto di riferimento, in termini di handling ma anche di potenza con la Type R, tra le berline sportive a trazione anteriore. Fattore che ha contribuito a superare il traguardo di 27,5 milioni di unità vendute in 170 Paesi.
L'undicesima Civic proverà ad emularla nel nuovo terreno dell'elettrificazione, già tracciato in Europa dal resto della gamma composta da Jazz, Jazz Crosstar, CR-V e HR-V. Il look spigoloso del passato ha lasciato spazio ad uno stile più maturo, affiancato dalla crescita in lunghezza e nel passo per una maggiore stabilità. Misura 4,55 metri in lunghezza ed è larga 1,80 m, mentre l'altezza è stata limata a 1,41 metri come suggerisce l'inclinazione dei montanti anteriori, molto sottili per premiare la visibilità dall'interno.

La curvatura del tetto piega delicatamente verso il nuovo portellone posteriore, realizzato in fibra di resina per ottenere una riduzione di peso del 20% rispetto al passato.
Nasconde un bagagliaio con capacità aumentata a 410 litri. Lo spazio aumenta anche per gli occupanti, soprattutto nella zona posteriore, dove trovano posto 3 adulti in maniera comoda.
Per distinguersi anche nell'era delle prestazioni generalmente uniformate dall'elettrificazione, Honda ha sviluppato per la nuova Civic e:Hev una architettura Full-Hybrid inedita soprattutto se confrontata con quella del brand giapponese che ha creduto per primo in questa tecnologia. Il powertrain della Civic è composto dal motore termico 2.0 benzina quattro cilindri a ciclo Atkinson, affiancato due motori elettrici e una batteria agli ioni di litio ad alta capacità. La trasmissione è a rapporto fisso.
Potenza e coppia sono al top tra le full-hybrid: 184 cavalli e 315 Nm.Viene confermato dalle prestazioni sullo sprint 0-100 km/h coperto in circa 7,5 secondi, ma ancora di più dal comportamento su strada. La natura poliedrica della nuova Honda Civic e:HEV emerge sin dall'avvio, silenzioso e fluido come spesso accade con le ibride. Durante la marcia si apprezza la perfetta sinergia tra le unità elettriche ed il termico da 2.0 litri, che nella maggior parte dei casi interviene senza far sentire la propria voce dentro l'abitacolo.
Si fa sentire, invece, schiacciando a fondo sul gas in special modo dopo aver selezionato la modalità Sport, che tira fuori il patrimonio genetico della Civic sulle prestazioni, decisamente convincenti anche nell'era ibrida. La progressione viene scandita dall'e-Cvt a livello acustico (il cambio è a rapporto fisso), mentre i 315 Nm di coppia vengono scaricati senza pause lungo tutta la curva di erogazione.
La solidità dell'assetto si sposa perfettamente alla vivacità del powertrain, con lo sterzo preciso e piacevolmente consistente che si fa apprezzare per la massima precisione tra le curve, dove non c'è traccia di rollio. Buona e ricca la dotazione Adas inclusi nel pacchetto Honda Sensive, anche se il controllo del sistema di mantenimento della corsia a volte risulta un po' invasivo.
Nel percorso misto di circa 150 affrontato nel test, con tratti autostradali alternati ad altri più tortuosi con alcuni sali-scenti, i consumi registrati hanno indicato un minimo di 5.2 l./100 km fino ad un massimo di 6 litri per 100 km. La nuova Honda Civic arriverà nelle concessionarie italiane ad ottobre, declinata in 3 allestimenti, con prezzo di partenza fissato a 35.300 euro. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie