Geriatri, la Regina Elisabetta testimone della forza degli anziani

Landi, fa capire che una vita attiva può portare a una vecchiaia di successo

Redazione ANSA ROMA

La Regina Elisabetta "rappresenta la migliore testimonianza di forza e resilienza in età avanzata, cioè della capacità di adattamento e superamento delle avversità che possono duramente colpire la vita di chiunque". Lo afferma il presidente della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Sigg) Francesco Landi.
"Ha accompagnato e attraversato due secoli - aggiunge - ha vissuto la seconda guerra mondiale, la guerra fredda, il terrorismo dell'Ira, con tragiche e dure esperienze personali.

La vita di Elisabetta II è stata attraversata da crisi, difficoltà e veri e propri scandali, che ha saputo affrontare dando sempre prova di solidità e fermezza".  "Grazie al benessere e ai progressi della medicina, al miglioramento complessivo della qualità di vita - prosegue il presidente Sigg - sempre più spesso anziani ben oltre gli ottanta anni, sono presenti nel circuito della socialità, della cultura e anche della politica. Non si tratta di gerontocrazia al potere ma della dimostrazione che le persone anche molto anziane sono una risorsa ideale e pratica del cui valore oggi non ci si rende davvero conto. Nella sua longevità, con la sua storia politica e personale, Elisabetta II ci fa capire pienamente come avere una vita attiva può consentire una vecchiaia, non solo in salute ma anche di successo" .  .
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA