Nel sonno i bimbi memorizzano le parole nuove

Lo evidenziano i risultati della risonanza magnetica

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 29 OTT - Dormire bene favorisce, nei bimbi piccoli, l'apprendimento di parole nuove. Le aree del cervello che entrano in funzione mentre dormono, infatti, fissano nella memoria i termini appena appresi. A dimostrarlo uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Current Biology, che ha osservato per la prima volta l'attivazione di specifiche regioni del cervello durante il sonno mentre i bambini ascoltano inconsapevolmente parole apprese da poco.
    Lo studio ha coinvolto 38 bimbi tra i 2 e i 3 anni. Per la prima parte dell'esperimento, i ricercatori del Center for Mind and Brain della University of California hanno inventato e insegnato ai bambini parole inesistenti ma dal suono credibile con cui chiamare due oggetti e due pupazzi. Dopo pochi minuti hanno verificato che i bambini avessero appreso i nuovi termini e lo stesso test è stato effettuato una settimana più tardi.
    Nella seconda parte dell'esperimento, hanno sottoposto a risonanza magnetica i bimbi mentre dormivano. All'interno della risonanza magnetica e durante il sonno venivano riprodotte le parole inventate apprese di recente insieme a parole vere presenti nel vocabolario. Le immagini hanno mostrato l'attivazione dell'ippocampo e del lobo temporale mediale anteriore nel momento in cui i bambini addormentati erano esposti ai termini inventati che avevano appreso in precedenza.
    "In esperimenti su adulti si è visto che l'ippocampo viene associato all'apprendimento e al richiamo di ricordi recenti. Il nuovo studio - spiega Elliott Gray Johnson, uno degli autori -suggerisce che l'ippocampo ha un ruolo particolarmente importante già nello stabilizzare la memoria iniziale delle parole". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA