Pnlegge: Mannocchi,bimbi più disposti a cambiare idea di noi

Presentato il libro dedicato ai ragazzi

Redazione ANSA PORDENONE

(ANSA) - PORDENONE, 18 SET - Le domande dei ragazzi mi sembrano figlie di una curiosità più pura: i bambini non hanno paura di cambiare idea, noi invece sì". Ne è convinta la giornalista Francesca Mannocchi, a Pordenonelegge per presentare "Lo sguardo oltre il confine. Dall'Ucraina all'Afghanistan, i conflitti di oggi raccontati ai ragazzi" (De Agostini). Il libro è dedicato agli adolescenti e molti erano infatti i ragazzi in sala.
    "Scrivere per ragazzi significa prendere una materia complessa per definizione come quella dei conflitti e delle crisi e semplificarla ma senza banalizzarla. Quando provo a spiegare a un bambino o a un giovane cosa significhi essere uno sfollato, chiedo un esercizio di immaginazione: prova a figurarti che devi uscire dalla tua cameretta per non tornare mai più e puoi portare via una cosa soltanto. Oppure prova a immaginare di vivere in un campo profughi: un bagno da vivere con cento persone, il che significa che puoi ammalarti solo perché ti scappa la pipì o che la sera non puoi andare in bagno perché è troppo lontano dalla tua tenda". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA