"Mi vaccino", negli Usa sfida ai genitori no-vax

Minorenni preoccupati dalle malattie chiedono aiuto sul web

Redazione ANSA WASHINGTON

"Sono minorenne, figlio di genitori no vax, ma io voglio vaccinarmi, come posso fare?".
    Stanno arrivando così, alla spicciolata, postati sul web, i messaggi di alcuni adolescenti americani in cerca di aiuto: i ragazzi sono preoccupati, non vogliono prendersi morbillo, orecchioni o varicella. Hanno fatto le loro ricerche su Internet, credono alla scienza sui vaccini, ma non sono mai stati immunizzati contro le malattie esantematiche. I genitori hanno deciso per loro. Sono no vax.

 E' iniziata così la storia Ethan Lindenberger: appena compiuti i 18 anni alla fine di novembre, questo ragazzo di Norwalk, in Ohio, ha lanciato la sua richiesta di aiuto su 'Reddit' - il sito che aggrega notizie dei social. "I miei genitori sono un po' stupidi, non credono nei vaccini, li ritengono uno schema del governo - ha scritto - così non mi hanno mai vaccinato e solo Dio sa come sono ancora vivo. Ho avuto molte discussioni sul tema ma non c'è niente da fare. Ora ho 18 anni e vorrei sapere se sono ancora in tempo per farmi immunizzare. Se costerà molto e dove andare." Dallo Stato di Washington - proprio dove sta crescendo un focolaio di morbillo - un teen-ager ha scritto: "Mia mamma non lascia vaccinare me e i miei fratellini, ma io credo che sia un diritto e anche una responsabilità per la salute pubblica. Di certo non un diritto che si può negare ai propri figli." Per Ethan, in Ohio, è già lieto fine: una pioggia di 1.000 risposte al suo post lo ha guidato al dipartimento della Salute dell'Ohio, dove un mese fa il giovane ha ricevuto il suo primo round di vaccini: tetano, influenza, Hpv, epatite B. Per anni, ha raccontato il ragazzo, "mia mamma Jill Wheeler mi ha spiegato che i vaccini fanno male ed io credevo che nessuno li facesse".

Ma con il ritorno del morbillo e altre malattie, Lindenberg ha cominciato a parlare con i compagni d scuola: "ho scoperto che erano tutti vaccinati". Ha ricercato il sito dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) e si è convinto della necessita' di vaccinarsi: "Ma quando l'ho detto a mia madre lei mi ha risposto solo: 'E' proprio quello che Loro vogliono farti credere. Mi offendi'". Ora Ethan e' preoccupato per i suoi fratellini più giovani, lasciati senza copertura.
    Un altro post sempre sul tema vaccini sta facendo discutere negli States: questa volta si tratta di un altro minore, di 15 anni del Minnesota, che ha chiesto aiuto sul Web perché si faccia una campagna contro la legge dello Stato che permette l'obiezione filosofica ai vaccini.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA