Lo scontro con l'asteroide nelle immagini di Hubble e Webb

Usati per la prima volta insieme per osservare lo stesso evento

Redazione ANSA

I colori sono diversi ma lo spettacolo è lo stesso: ecco finalmente a confronto le immagini dello scontro tra la sonda Dart e l'asteroide Dimorphos riprese dai due più importanti telescopi spaziali, Hubble e James Webb, utilizzati per la prima volta insieme per osservare lo stesso oggetto celeste.

I dati raccolti permetteranno di conoscere meglio la superficie dell'asteroide, la quantità di materiale eiettato durante l'impatto e la sua velocità. Inoltre, le osservazioni fatte in diverse lunghezze d'onda permetteranno di studiare la distribuzione delle particelle nella nube di polvere, in modo da capire se sono stati espulsi grandi blocchi di materiale o soprattutto polveri fini. L'insieme di queste informazioni aiuterà i ricercatori a stabilire se la collisione è stata efficace nel deviare il cammino dell'asteroide.

Il telescopio Webb, di Nasa, Agenzia spaziale europea (Esa) e agenzia spaziale canadese (Csa), ha scattato un'immagine prima della collisione e poi ha seguito l'evento per cinque ore, ottenendo in totale dieci immagini. Le osservazioni, fatte nell'infrarosso con lo strumento NIRCam, mostrano il corpo compatto dell'asteroide da cui si dipartono pennacchi di materiale sollevato dall'impatto.

Anche il telescopio Hubble di Nasa ed Esa ha condotto diverse osservazioni nello spettro visibile prima della collisione e 15 minuti dopo, ottenendo in totale 45 immagini caratterizzate dal colore blu. Anche in questo caso si vede il corpo dell'asteroide che emette pennacchi di materiale. Secondo gli astronomi, la luminosità della coppia di asteroidi Didymos e Dimorphos sarebbe triplicata dopo l'impatto, mantenendosi elevata nel tempo, anche otto ore dopo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA