Ferrarini punta su territori e venditori "a Km0"

Azienda, capillarità della rete di vendita nostro punto di forza

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - Conoscere in modo approfondito il mondo Ferrarini, i segreti che sono dietro la qualità dei prodotti per trasmetterli ai clienti sono sempre stati parte fondante del successo del Gruppo. In quest'ottica l'azienda, fondata a Reggio Emilia nel 1956, ha organizzato una due giorni di formazione e aggiornamento per i nuovi agenti del Gruppo Ferrarini che si conclude oggi e che ha portato gli agenti in visita a tutti gli stabilimenti e nel caseificio di Puianello.

"Per Ferrarini- sottolinea la presidente di Ferrarini Spa, Lisa Ferrarini- la formazione dei nostri venditori è fondamentale. I nostri agenti e la loro capacità di raccontare e spiegare i prodotti ai clienti sono un punto di forza e grazie a loro riusciamo ogni giorno a restare in contatto con migliaia di negozi al dettaglio tradizionali sparsi per l'Italia, che credono sempre nella qualità, nel legame con il territorio e, ancora oggi, chiamano i loro clienti per nome".

"Il sostegno dell'economia locale - conclude la presidente Ferrarini - è per noi fondamentale e riteniamo che il dettaglio tradizionale possa coesistere con la grande distribuzione organizzata. I negozi di quartiere italiani continuano a rappresentare la storia di questo paese e l'eccellenza del Made in Italy. Lì vince il rapporto umano ed il consumatore si affida al salumiere, che si distingue per la sua offerta selezionata di prodotti di alta qualità e gourmet. Questa è la forza che ha consentito a molti negozi al dettaglio di alimentari di crearsi una nicchia di mercato sempre più apprezzata dal consumatore".

Ferrarini oggi è presente in 34 paesi ed è tra i leader di mercato nel food made in Italy di qualità in Giappone, Usa, Svizzera, Spagna, Hong Kong e in importanti Paesi del Sud Est Asiatico come Singapore e Thailandia. Sia all'estero che nei mercati di prossimità ''grazie all'ampia gamma di prodotti ha spiegato il direttore marketing Claudio Rizzi- il Gruppo Ferrarini si distingue come attore unico sul mercato, in grado di presentare un'offerta completa dell'alimentare italiano di alta qualità. E la produzione del "Parmigiano Reggiano Dop" vanta il presidio da parte di Ferrarini dell'intera filiera, dal foraggio, alle bovine da latte, alla lavorazione fino alla stagionatura; nella primavera del 2007 Ferrarini è stata inoltre la prima azienda del comprensorio del Parmigiano Reggiano ad aver ricevuto la certificazione di prodotto "con latte ottenuto da alimentazione 'Non Ogm'".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA