Salone Gusto, a settembre attesi 2.000 delegati Terra Madre

Petrini, hanno cambiato realtà di migliaia comunità nel mondo

Redazione ANSA

TORINO - Oltre 2.000 delegati di Terra Madre provenienti da tutto il mondo saranno in Piemonte dal 20 al 24 settembre in occasione del Salone del Gusto di Torino, ospitati dalle famiglie di 120 città. "Uno dei valori più importanti che distinguono Terra Madre e Salone del Gusto - ha sottolineato il fondatore di Slow Food, Carlo Petrini - è il sentimento di fraterna accoglienza che le comunità piemontesi esprimono durante la manifestazione. Questa rete è la cosa più bella e preziosa perché è una mobilitazione straordinaria, ed è il segno che Terra Madre ha cambiato non solo il nostro movimento ma anche la realtà di migliaia di comunità in ogni angolo del pianeta. Terra Madre è un soggetto politico a tutti gli effetti ed è fortissimo in tutto il mondo".

"La Regione Piemonte - ha aggiunto l'assessore alla Cultura, Antonella Parigi - è una delle poche che agiscono sulla base di una visione politica che pervade tutto, anche il cibo che è a pieno titolo annoverato nel patrimonio culturale condiviso". "L'evento - ha rimarcato l'assessore al Commercio del Comune di Torino, Alberto Sacco - genera economia, ha importanti risvolti turistici, confermati da dati secondo i quali Terra Madre porta il nome di Torino e del Piemonte in tutto il mondo".

La macchina dell'ospitalità per l'evento biennale organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino, coinvolge una rete di amministrazioni comunali, più Coldiretti e Cia. Nel 2016 oltre 2000 dei 5000 delegati sono stati accolti in famiglia. Solo a Torino nell'ultima edizione le famiglie ospitanti sono state 150, destinate a raddoppiare quest'anno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: