Coldiretti, produzione alimentare in calo, bene stop Iva

Secondo i dati dell'Istat sulla produzione industriale ad agosto

Redazione ANSA

La produzione alimentare è in calo per il secondo mese consecutivo sia in termini congiunturali (-0,4%) che tendenziali (-1,5%) e conferma l'importanza di voler scongiurare nella manovra il previsto aumento dell'Iva per non cadere in una pericolosa fase di recessione. E' quanto afferma la Coldiretti nel commentare i dati dell'Istat sulla produzione industriale ad agosto.

L'aumento dell'Iva avrebbe riguardato, continua la Coldiretti, anche beni di prima necessità come carne, pesce, yogurt, uova, riso, miele e zucchero con aliquota al 10% e il vino e la birra al 22% che rappresentano componenti importanti nei consumi delle famiglie. La spesa alimentare è la principale voce del budget delle famiglie dopo l'abitazione, con un importo complessivo di 244 miliardi ed è quindi un elemento fondamentale per la ripresa dell'economia.

I consumi alimentari nel 2018 sono risultati praticamente stagnanti con un aumento in valore di appena lo 0,9% nel 2018, secondo una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Ismea relativi al primo semestre.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: