Pesca, Commissione propone piano per stock Med occidentale

Per pesci 'demersali' e flotte di Italia, Francia e Spagna

Redazione ANSA

BRUXELLES - Riduzione delle attività di pesca limitata nel tempo e restrizioni per i pescherecci a strascico di operare nei fondali marini fino a 100 metri di profondità dal primo maggio al 31 luglio di ogni anno per proteggere le aree di vivaio e la sostenibilità della piccola pesca. Sono due delle misure proposte dalla Commissione nel piano pluriennale per gli stock ittici 'demersali' nel Mediterraneo occidentale, indirizzata principalmente a Italia, Spagna e Francia. La proposta, che prevede la riduzione delle attività solo per il primo anno di attuazione del piano, riguarda la gestione degli stock di nasello, triglia, gamberetti rosa, scampi, gamberetti blu e rossi e gamberi rossi giganti, che vivono sul fondo marino. "Le catture di questi stock - si legge in una nota della Commissione - sono diminuite di circa il 23% dall'inizio degli anni 2000. A questo ritmo, oltre il 90% degli stock valutati sarà sovrasfruttato entro il 2025, con oltre 20mila navi a rischio. La proposta ha lo scopo di riportare gli stock a livelli che possano garantire la sostenibilità sociale ed economica pe la pesca della regione, da cui dipendono 16mila posti di lavoro". Il piano dovrà ora essere discusso da Europarlamento e Consiglio.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA