Isole Baleari, una legge per un turismo pienamente sostenibile

Stanziati 60 milioni, misure anche per residenti e lavoratori

Redazione ANSA MILANO

MILANO - Favorire un turismo sostenibile, circolare, che rispetti il territorio e l'ambiente; creare la possibilità di vivere di turismo 12 mesi all'anno. E' questo l'obiettivo della Legge sulla "Circolarità e Sostenibilità nel Turismo", approvata il 31 maggio scorso dal Parlamento delle Isole Baleari che vuole trasformare il settore turistico delle Isole rendendole una méta ideale anche per i residenti e gli addetti ai lavori.
    Il governo delle Isole Baleari potrà contare su 60 milioni di aiuti diretti provenienti dai fondi europei per attuare la normativa, che si sviluppa a partire da quattro assi: sostenibilità sociale ed economica; circolarità e sostenibilità ambientale; sostenibilità territoriale; modernizzazione e semplificazione amministrativa.
    "Il governo delle Isole Baleari si è concentrato, durante la pandemia, su prevenzione e controllo della diffusione del Covid-19 e sulla presentazione di proposte e soluzioni che permettano la continuazione dell'attività e dei flussi turistici tra l'Europa e le Isole Baleari - ha spiegato a Milano Iago Negueruela, Consigliere dell'Economia, del Lavoro e del Turismo del Governo -. Il turismo italiano è molto importante per le Baleari, basti pensare che ad oggi siamo riusciti a recuperare oltre il 40% dei turisti italiani persi durante la pandemia. Ma ora bisogna fare un passo in più e impegnarsi in un dibattito più ampio, incorporando altre variabili per realizzare il turismo del futuro: un turismo che per la prima volta terrà conto di tutti, non solo dei turisti, ma anche dei residenti e dei lavoratori, per trasformare le Baleari in una méta completamente sostenibile e circolare". Il mercato italiano è il settimo in ordine d'importanza per le Isole Baleari. Il 2019 si è chiuso con l'arrivo di ben 728.199 turisti italiani che, nel 2020, per ovvie ragioni, sono diventati appena 115.000. Ma nel 2021, il mercato italiano ha registrato una forte ripresa raggiungendo i 294.820 arrivi, quasi il triplo rispetto al 2020.
    Le méte preferite dagli italiani sono Ibiza e Formentera: nelle due isole, i turisti italiani rappresentano oltre il 60% degli arrivi. In generale, nel 2021 gli arrivi dei visitatori italiani nelle singole isole sono stati: 73.000 a Maiorca, che ha recuperato il 35% dei turisti rispetto al 2019; 38.600 a Minorca, che ha recuperato il 35% dei turisti rispetto al 2019; 183.072 a Ibiza e Formentera, che hanno recuperato il 50% dei turisti rispetto al 2019. Infine, dopo due stagioni di calo del numero di visitatori italiani nelle Baleari, questa estate si prospetta molto più positiva. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie