Maiuri pop up a Herculaneum

Il primo maggio percorsi tra taverne e botteghe

Redazione ANSA ERCOLANO (NAPOLI)

ERCOLANO (NAPOLI) - Cosa si mangiava nell'antica Herculaneum, quali erano le modalità di produzione del pane e di distillazione di profumi da essenze vegetali? Al Parco archeologico di Ercolano, martedì 1 maggio, turisti e visitatori avranno la possibilità di fruire di approfondimenti tematici, organizzati in collaborazione con Coopculture, sul tema dello shopping tra taverne e botteghe dell'antica città. A quanti si recheranno in visita al sito, sarà consegnato un volantino che potrà guidarli alla scoperta di taverne e botteghe, disponibile in italiano, inglese, francese, da scaricare sul sito web del Parco o da ritirare alla biglietteria.
    L'iniziativa rientra nell'ambito degli appuntamenti 'pop up', eventi nei quali si aprono finestre alla scoperta dei luoghi della città antica e della loro destinazione e si collegano all'anniversario che cade quest'anno, a novant'anni dall'inizio della campagna di scavi avviata dall'archeologo Amedeo Maiuri. "Ancora un'occasione per appassionare i nostri visitatori e introdurli nell'atmosfera della vita degli abitanti dell'antica Ercolano perché possano immergersi nello spirito di questo luogo che non è immobile ma vivo", dice il direttore del Parco archeologico di Ercolano, Francesco Sirano.
    Per info: www.ercolano.beniculturali.it (ANSA)

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: