Carnevale di Venezia, tanti eventi culturali

Sul tema della Luna, coinvolte istituzioni cittadine

Redazione ANSA VENEZIA

VENEZIA - Diciotto giorni di appuntamenti, fino al 5 marzo, distribuiti tra centro storico e terraferma, sono il programma delle iniziative culturali per il Carnevale 2019 di Venezia, frutto della creatività e della produzione artistica delle istituzioni culturali, dell'associazionismo e degli artisti della città lagunare. Il calendario è stato presentato oggi nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice, presente il curatore artistico, Stefano Karadjov, con il sovrintendente della Fenice, Fortunato Ortombina.

Come per il programma generale, il filo conduttore della kermesse culturale sarà l'omaggio alla Luna nel cinquantennale dell'allunaggio: mostre, visite guidate, concerti, pièce teatrali, laboratori e attività ludico didattiche per bambini. "Un impegno importante - ha dichiarato Rosa Salva - che prevede un budget diretto di oltre 100 mila euro, ma il cui vero valore è quello di mettere in rete tutte le realtà culturali cittadine". "Il lavoro di programmazione - ha quindi spiegato Karadjov - comincia mesi prima con un'attività volta a creare una forte identificazione tra le istituzioni culturali coinvolte e il tema del Carnevale.

L'invito è rivolto ai cittadini veneziani, oltre che ai turisti, per riappropriarsi dei luoghi e farsi sedurre dalle storie che sono state costruite per animare il palinsesto culturale della festa". Tra le iniziative, tre saranno gli eventi promossi dai Musei civici veneziani: al Padiglione delle navi del Museo Navale "Giro d'acqua", un concerto che racconta una Venezia antica, nella chiesetta di Palazzo Ducale "Cyrano-da Venezia alla luna"; al Museo Correr "Galileo e gli altri: viaggio straordinario tra volumi antichi, astrolabi e sestanti" con l'accesso a preziosi esemplari di volumi scientifici antichi, astrolabi in metallo, globi di Coronelli e altre rarità risalenti alla metà del '500. Altri eventi all'Ateneo veneto, alla Fondazione Querini Stampalia e a Palazzo Grassi.

All'Archivio di Stato la mostra documentaria "E quindi riuscimmo a riveder le stelle. Le carte raccontano", con documenti inediti sul rapporto tra la Serenissima e lo studio degli astri, la tecnologia e i brevetti connessi all'ottica.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: