Gdf Bologna sequestra noto ristorante

A Bologna, coniugi imprenditori finiscono ai domiciliari

Lo storico ristorante bolognese 'Nonno Rossi' è stato posto sotto sequestro preventivo dalla Guardia di Finanza, che ha arrestato i due coniugi di 55 e 57 annni che amministravano la società di ristorazione, accusati di bancarotta fraudolenta ed entrambi finiti ai domiciliari.
    L'ordinanza è firmata dal Gip Francesca Zavaglia su richiesta del Procuratore Aggiunto Morena Plazzi, che ha coordinato le indagini delle Fiamme Gialle.
    Gli accertamenti sono partiti nel 2018 dal fallimento, che risale al 2016, di una delle società che hanno gestito il locale. Nato negli anni Trenta a ridosso dell'aeroporto Marconi, nel 2011 era stato rilevato dai coniugi. Nei poco più di 4 anni di gestione prima del fallimento, era stato accumulato verso l'erario un passivo di oltre 750 mila euro. In seguito, con un'altra società, il locale ha riaperto nel 2019 a Pontecchio Marconi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie