Andriukaitis: Ue discuta etichetta d'origine ma no al nazionalismo

Commissario salute, su sicurezza cibo Salvini protezionista

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - "Credo sia arrivato il momento di discutere a livello Ue di un'etichetta che riporti 'made in Ue' e il paese di origine degli alimenti" ma fare collegamenti arbitrari tra l'origine di un alimento e la sua sicurezza "è un atteggiamento ideologico, nazionalista e protezionista". Così il commissario Ue alla salute Vytenis Andriukaitis si è rivolto ai giornalisti in occasione della Prima giornata mondiale sulla sicurezza alimentare. "Quando Salvini accusa l'Europa perché dice che in Italia arrivano alimenti insicuri, per esempio, dall'Africa o dall'India io rispondo: e voi cosa state facendo? Come funzionano i controlli ufficiali a livello nazionale? Bisogna smetterla con certe mitologie: l'Europa ha procedure rigorose e gli alimenti sono controllati. Salvini usa questo come arma politica, ma allora vuol dire che ignora il ruolo di laboratori, operatori e controlli a livello nazionale".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."