Commissaria Suica, cittadini alimentino la democrazia europea

'Compromessi e consenso per raggiungere obiettivi'

Redazione ANSA

MAASTRICHT - "Abbiamo bisogno di cittadini sempre presenti perché è troppo lungo aspettare cinque anni per sentire loro parere solo guardando ai risultati delle elezioni. Il processo di democrazia deliberativa della Conferenza sul futuro dell'Europa (Cofoe) pensiamo possa arricchire la nostra democrazia rappresentativa". Cosi la Commissaria Ue alla democrazia e demografia - e co-presidente della Cofoe - Dubravka Šuica durante la prima giornata di lavori del quarto panel di cittadini della Cofoe a Maastricht in Olanda." Se falliamo e deludiamo i nostri cittadini, non sarebbe molto intelligente per la politica. Ci saranno da raggiungere alcuni compromessi e le conclusioni finali della Conferenza dovranno essere raggiunte in maniera consensuale", ha concluso Suica. 

"In un momento critico per la politica estera e di sicurezza europea, accolgo con favore le deliberazioni dei cittadini e attendo con impazienza il contributo che sarà presentato alla sessione plenaria di marzo". Lo ha scritto in un tweet l'Alto rappresentante della politica estera dell'Ue, Josep Borrell. A Maastricht si sta tenendo l'ultima sessione del panel di cittadini estratti a sorte per la Conferenza sul futuro dell'Europa. Duecento persone provenienti da tutti i 27 Stati membri presenteranno le loro raccomandazioni finali su migrazioni e ruolo dell'Ue nel mondo, temi che saranno dibattuti assieme ai rappresentati delle istituzioni europee il weekend del 11-12 marzo al Parlamento europeo di Strasburgo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie