Parti sociali, la competenza sulla Sanità in Ue sia condivisa

Valeria Ronzitti (SGI Europe) a Strasburgo: 'Per ottenerla bisogna cambiare i trattati'

Redazione ANSA

STRASBURGO - "Sono molto felice che dal gruppo di lavoro sia uscita una raccomandazione chiara per una competenza condivisa dell'Unione europea in materia di Sanità". Lo ha detto Valeria Ronzitti, segretario generale di SGI Europe, un'associazione che si occupa di servizi di interesse generale a livello europeo, tra cui la Sanità, tema del gruppo di lavoro della Conferenza sul Futuro dell'Europa in corso a Strasburgo, a cui Ronzitti ha partecipato. Ma "questa non è un'idea che abbiamo portato noi (SGI Europe, ndr) - ha specificato - sono proprio i cittadini che lo hanno chiesto e credo che la pandemia abbia avuto un effetto molto forte su questo tipo di richiesta".

Ronzitti ha quindi ricordato che affinché questa richiesta trovi riscontro in Europa è necessario un cambio dei trattati. "Senza le istituzioni questo non si può ottenere", ha sottolineato.  "C'è anche un'altra richiesta molto forte, cioè investimenti pubblici nella Sanità pubblica e questo si può fare anche senza cambiamenti dei trattati ma con una forte riforma della governance a livello europeo", ha concluso.

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA:

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie