60 sindaci dell'Emilia-Romagna firmano a Bruxelles il Patto sul clima

Cerimonia al CdR. Brighenti, è sfida a cambiamento climatico

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Sessanta sindaci dell'Emilia-Romagna si impegnano per garantire un futuro sostenibile alle proprie città ed essere in prima linea nella lotta ai cambiamenti climatici. Questa mattina i primi cittadini hanno firmato o rinnovato la propria adesione al Patto dei sindaci, un'iniziativa che riunisce migliaia di governi locali europei impegnati a raggiungere gli obiettivi Ue su clima ed energia. La cerimonia, svoltasi al Comitato europeo delle Regioni (CdR), è stata resa possibile grazie a una trasferta di due giorni a Bruxelles organizzata dalla consigliera comunale di Castelnuovo Rangone (Modena) Benedetta Brighenti, con il supporto dell'Agenzia per l'energia e lo sviluppo sostenibile di Modena (Aess). A sostegno del Patto hanno firmato anche Gian Domenico Tomei, presidente della provincia di Modena, e, a nome della Regione Emilia-Romagna, il direttore generale per l'industria Morena Diazzi.

"Siamo molto contenti di essere qui perché, con il supporto del CdR, riusciremo a fare grandi cose. Questa firma rappresenta il fatto che i sindaci sfidano il cambiamento climatico non solo attraverso azioni di mitigazione, ma anche di adattamento al clima", spiega Brighenti, relatrice per il CdR di un parere sul Patto dei sindaci. "Oggi abbiamo sottoscritto un'iniziativa importante, con un impegno per il clima che prevede un'agenda molto ambiziosa. Le città sono il punto operativo per raggiungere questi obiettivi" racconta il sindaco di Carpi, Alberto Bellelli.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: