Castaldo, bene Svezia e Finlandia in Nato ma tutelare curdi

'Preoccupa destino rifugiati, rispettare Convenzione del 1951'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 29 GIU - "L'adesione nell'Alleanza atlantica di Svezia e Finlandia, due Paesi membri dell'Unione europea e da sempre in cima nella classifica degli Stati più democratici del mondo, è sicuramente positiva. La scelta libera e sovrana di questi due Paesi rafforzerà sicuramente anche la collaborazione Ue-Nato, la nostra politica di sicurezza e di difesa comune e la nostra azione esterna. Esprimiamo tuttavia preoccupazione per il destino dei rifugiati politici curdi ospitati nei due Paesi scandinavi: se da un lato reiteriamo la nostra ferma condanna di qualsiasi forma di violenza, dall'altro con coerenza, così come sempre fatto in questi anni, denunciamo il continuo deterioramento dello stato di diritto in Turchia e del rispetto dei diritti fondamentali nel Paese." Così Fabio Massimo Castaldo, europarlamentare 5 Stelle e Coordinatore del Comitato Relazioni europee e internazionali del M5S.

"Per noi il rispetto della Convenzione sullo status dei rifugiati del 1951 è e resta centrale, e continueremo a tenere altissima l'attenzione sul punto, rifiutando qualsiasi forma di doppio standard. La guerra scatenata da Putin in Ucraina, i crimini di guerra perpetrati dall'esercito russo e l'escalation militare sul terreno ci obbligano a restare uniti e coesi più che mai. Solo così potremo respingere queste minacce per la nostra democrazia e la nostra libertà", conclude. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: