A Milano il primo distretto 'smart' con la fibra di Open Fiber

Progetto di EuroMilano evolve,rete ultra rapida e energia pulita

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 27 LUG - Un quartiere tecnologicamente all'avanguardia, nato già connesso alla fibra ultraveloce che raggiunge tutte le case e arriva fino al parco, consentendo ai cittadini di usufruire di ambienti digitali che semplificano la vita quotidiana, nel lavoro e nel tempo libero. Un quartiere con zero emissioni che non utilizza gas. E' l'UpTown district di Milano, il primo distretto 'smart' italiano, che sorge nell'area nord-ovest della città. A realizzare il progetto di rigenerazione urbana è la società di sviluppo immobiliare, EuroMilano, in collaborazione con OpenFiber. Per sfruttare le potenzialità delle nuove tencologie, infatti, è necessaria una rete di telecomunicazioni affidabile, ultraveloce, diffusa e accessibile a tutti. Open Fiber ha cablato l'intero quartiere fin dalla sua nascita garantendo un'estrema facilità di accesso ai servizi digitali innovativi, come l'Internet of Things, il cloud computing, lo streaming online, la domotica o la videosorveglianza, grazie a una tecnologia a bassa latenza e ad alta velocità. Il nuovo centro unisce alla rete in fibra altre due grandi reti, quella geotermica di raffrescamento estivo e di teleriscaldamento invernale, che rendono "il contesto all'avanguardia con soluzioni infrastrutturali legate al comfort e alla qualità dell'abitare, realizzate con una particolare attenzione al tema della sostenibilità ambientale", viene spiegato in una nota. Nell'ottica di ridurre le emissioni inquinanti, inoltre, il quartiere "è totalmente carbon free e non utilizza gas per uso sanitario o alimentare". Tutto questo risponde a una precisa filosofia di sviluppo immobiliare urbano, nella quale rigenerazione e riqualificazione sono centrali: "in UpTown la connettività non è un plus, ma un requisito fondamentale al pari di acqua ed energia elettrica". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA