Ammagamma: L'intelligenza artificiale è una leva per competere

Bevilacqua, mercato italiano immaturo ma in crescita

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 29 AGO - Il mercato dell'intelligenza artificiale in Italia è "molto immaturo" ma "stiamo assistendo a una crescita importante". Per il futuro "ci aspettiamo sempre maggiore interesse da parte delle imprese, accompagnato da una miglior comprensione di questo strumento". A fare il punto sulle potenzialità dell'artificial intelingence (AI) è il ceo di Ammagamma, David Bevilacqua, convinto che questa tecnologia possa essere "una leva strategica per la competitività della piccola e media impresa". Per promuovere l'adozione di questo tipo di soluzioni, il credito di imposta "è sicuramente una leva in più e uno strumento per accelerare gli investimenti", ma va accompagnato da un cambio di passo nella comunicazione. "Il mercato dell'intelligenza artificiale - secondo il manager - viene a volte raccontato in modo improprio, in quanto, la rappresentazione visiva è sempre data da robot e umanoidi, con la comunicazione spesso di scenari distorti, ovvero, di macchine che prendono possesso e sostituiscono l'uomo". Questo tipo di comunicazione "crea preoccupazione rispetto all'utilizzo di questo strumento". Per cui, bisogna raccontarlo per quello che è: "matematica applicata, uno strumento a supporto dell'uomo per prendere decisioni". Il manager riconosce poi che, dal suo ingresso tre anni fa in Ammagamma, ha potuto riscontrare come molte pmi abbiano una vocazione all'innovazione e alle tecnologie. Per cui, laddove questo tema viene raccontato in modo comprensibile, trova terreno fertile. Ad oggi Ammagamma ha realizzato quasi 400 casi d'uso in medie e piccole imprese italiane portando benefici in termini di efficienza e ottimizzazione dei processi. "Abbiamo riscontrato una risposta interessante nel settore manifatturiero, dove le aziende, attraverso l'AI possono trovare ottimizzazione di processo senza dover sostituire gli impianti e macchinari". Ma non c'è un particolare settore di riferimento: lavoriamo con aziende che vanno dall'industria dalla plastica, all'alimentare, dalla ristorazione collettiva al design e arredamento. Ammagamma, società di data science che offre soluzioni di intelligenza artificiale alle aziende, con sede a Modena, conta di continuare a crescere, rimanendo focalizzata sull'Italia, e di chiudere il 2022 con circa "80-85 persone, in deciso aumento rispetto all'anno scorso". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA