Omicidio Mollicone:gup,Arma parte civile

Decisione del gup. A marzo si saprà su processo ai 5 indagati

(ANSA) - ROMA, 15 GEN -L'arma dei Carabinieri e il ministero della Difesa, saranno parte civile nell'eventuale processo sull'omicidio di Serena Mollicone, la studentessa di 18 anni di Arce ritrovata uccisa nei primi giorni di giugno 2001 in un boschetto di Anitrella. Lo ha deciso il giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Cassino, Domenico Di Croce. Ma ci vorranno ancora altri due mesi per sapere se i cinque indagati saranno rinviati a giudizio con la pesantissima accusa di essere coinvolti nella morte della studentessa. E' stata questa la decisione del giudice per l'udienza preliminare del Tribunale di Cassino, Domenico Di Croce, che oggi si è espresso solo sulla costituzione di parte civile. Potrebbe quindi essere marzo il momento in cui si conoscerà il destino processuale del maresciallo Franco Mottola, ex comandante della stazione dei carabinieri di Arce, della moglie Anna Maria, del figlio Marco, del maresciallo Vincenzo Quatrale, e dell'appuntato Francesco Suprano.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma



        Modifica consenso Cookie