Tenta di uccidere il gemello, arrestato

Operatore 112 lo convince a costituirsi

 Un ragazzo di 18 anni è stato arrestato la notte scorsa a Andora (Savona) per aver tentato di uccidere con tre coltellate il fratello gemello. Il tentato omicidio è arrivato al culmine di una lite familiare. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Alassio e Andora i litigi in famiglia sarebbero stati frequenti, ma ieri sera a mezzanotte il ragazzo è passato dai toni forti a provvedimenti più drastici, impugnando un coltello in cucina e colpendo il gemello al torace con tre fendenti. Il tutto davanti agli occhi della madre. Poi il ragazzo si è dato alla fuga, gettando il coltello in un bidone della spazzatura. Quando la madre ha contattato il Nue per raccontare l'accaduto e chiedere soccorso, l'operatore della centrale operativa ha chiamato l'aggressore sul cellulare e, al termine di una lunga telefonata, lo ha convinto a consegnarsi ai carabinieri. Il gemello ferito è stato portato all'ospedale S.Corona di Pietra Ligure: è in gravi condizioni ma non in pericolo di vita.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie