Avanti ampliamento terminal Spezia

Presidente, accelerata nelle prossime settimane

 Potrebbe esserci una accelerata nelle prossime settimane sull'ampliamento dei terminal commerciali della Spezia, che per quel che riguarda Lsct comportano la liberazione di Calata Paita, passaggio fondamentale per la realizzazione del nuovo molo e della nuova stazione crocieristica della Spezia. Lo ha annunciato la presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale Carla Roncallo, nel corso della sua ultima conferenza stampa prima di assumere il suo nuovo ruolo in Art. Gli investimenti dei terminalisti privati, anche a causa della crisi covid, non sono ancora partiti. Ma, ha detto la presidente uscente "nelle ultime settimane abbiamo avuto incontri con i vertici dei terminal e posso anticipare che per ciò che riguarda Lsct, si sta valutando uno scenario sull'effettiva disponibilità della Marina del Canaletto già dal prossimo anno", area su cui si è chiuso un contenzioso durato anni e che permetterà di spostare a molo Pagliari le imbarcazioni presenti, liberando così nuovi spazi per l'ampliamento del terminal. "La condizione da noi posta è però il rilascio della Calata Paita in tempi compatibili con la realizzazione del molo crociere, in avanzato stato di progettazione, e del nuovo terminal", a cura dell'associazione temporanea d'impresa che vede coinvolti Msc, Royal Caribbean e Costa Crociere. Anche per quel che riguarda il Terminal del Golfo le nostre sono buone: "ha deciso di partire subito con un primo lotto dell'investimento previsto", un primo lotto da 5 milioni di euro per lo sviluppo del terminal. A breve sarà pronto il bando di gara. 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie