Liguria
  1. ANSA.it
  2. Liguria
  3. Via dell'Amore: Toti, cantiere simbolo dell'Italia che riparte

Via dell'Amore: Toti, cantiere simbolo dell'Italia che riparte

Intervento da 13,4 mln. Apertura nella primavera del 2024

"Questo è Il cantiere simbolo di un'Italia che riparte, che vuole portare il turismo, la cultura e la bellezza del territorio al centro del proprio sviluppo". Lo ha detto Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria, in occasione dell'inaugurazione del cantiere per il ripristino di Via dell'Amore alle Cinque Terre. La passeggiata sul mare, 800 metri di lunghezza tra i borghi di Riomaggiore e Manarola, è chiusa dal 2012, quando una frana staccatasi dalla falesia travolse un gruppo di turisti.
    Dopo quasi dieci anni iniziano i lavori per riaprire, nella primavera del 2024, un percorso che è meta turistica internazionale. "Ho inaugurato tanti cantieri, ma che questo sia speciale lo dice il paesaggio attorno a noi. È un luogo centrale per l'immagine della nostra regione nel mondo", ha ricordato Toti.
    Al costo dell'intervento, 13,4 milioni, contribuiscono tre ministeri. "Guardando le fonti di finanziamento ha qualcosa di straordinario come approccio. Coglie in anticipo lo spirito del Pnrr e della ripresa post Covid. Mettere in sicurezza un costone ha a che fare con la cura del territorio come con la cultura, con cui si mangia a differenza di quanto si sosteneva un tempo.
    Altri Paesi costruiscono più rapidamente ponti e aeroporti, pochi possono avere un cantiere come questo. Nessuno potrà mai delocalizzare, dove il costo della manodopera è più basso, la Via dell'Amore. Chi ha in meno questo cantiere ha una responsabilità davanti al mondo", ha detto Toti.

Bianchi, momento atteso dal mondo
L' apertura del cantiere per il ripristino della Via dell'Amore è un "momento atteso dall'Italia e dal mondo". Lo afferma Donatella Bianchi, presidente del Parco nazionale delle Cinque Terre. "Oggi inizia il conto alla rovescia per restituire, con termine stabilito alla primavera del 2024, una delle passeggiate più conosciute al mondo, chiusa dal 2012 a seguito di una frana. Grazie al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e all'assessore Giacomo Giampedrone, che hanno rispettato i tempi stretti che ci eravamo dati", ha detto Bianchi. La presidente pone l'accento sulla questione legata alla salvaguardia del territorio. "Questo sarà un ripristino ambientale, aspetto che interessa particolarmente al Parco nazionale. L'intervento pone la massima attenzione alle specie che si sono adattate all'habitat estremo delle falesie". Bianchi guarda avanti. "Oltre alla manutenzione ordinaria, continuano a servire interventi straordinari. Spero che il ripristino di Via dell'Amore sia solo l'inizio. Il Parco ha già fatto studi di fattibilità per mettere in sicurezza il tratto Manarola-Corniglia per riaprire così tutti gli 11 km di sentiero costiero che solo le Cinque Terre possono vantare".

Le caratteristiche del cantiere

L'intervento, dal costo di 13.400.000 euro, è finanziato dal ministero della transizione ecologica, da quello della cultura e dalla presidenza del Consiglio dei ministri, con fondi della Protezione civile. "Queste falesie sono formazioni molto complesse, che sono state erose nei millenni. In particolare quest'ansa in cui inizia Via dell'Amore presenta rocce più scadenti delle altre", spiega l'ingegner Alessandro Fogaracci, progettista e direttore dei lavori. "Si tratta di operare su 37 ettari di parete a strapiombo sul mare, ma sarebbe stata una superficie problematica anche in orizzontale". Nel complesso i lavori prevedono il disgaggio di 6700 tonnellate di materiale, 17 mila metri di chiodature per stabilizzazione, 9 mila metri quadri di rafforzamento corticale, 5 mila metri quadri di consolidamento sotto il camminamento, 1200 metri di interventi di consolidamento a mezza costa, l'installazione di un chilometro di barriere paramassi. Il cantiere, diviso in quattro lotti, inizia con le opere di disgaggio dei carichi pericolanti lungo la parete. Poi saranno rimosse le reti metalliche di contenimento e le barriere paramassi. Questa operazione necessiterà dell'intervento di un elicottero. Infine saranno installati nuovi sistemi di ritenuta. Il cantiere durerà 911 giorni. "Alla fine dell'intervento vogliamo lasciare una situazione quasi identica a quella che c'era prima della frana. La piantumazione di 9000 piante è funzionale a mascherare il più possibile gli interventi che svolgeremo", dice Fogaracci.

La sindaca Pecunia e gli assessori Cavo e Giampedrone

"La Via dell'amore è qualcosa che sentiamo nostra - spiega la sindaca Fabrizia Pecunia -. È la strada che ci unisce ed è stata costruita con il lavoro dei nostri nonni. Abbiamo lavorato tanto per arrivare a questo momento". "Metà del finanziamento, 7 milioni, arriva dal Ministro della Cultura - sottolinea l'assessora regionale Ilaria Cavo - Siamo riusciti a far passare il concetto che restituire la Via dell'amore significa restituire un bene culturale. Non era scontato". Ai fondi di Protezione civile si affianca un secondo finanziamento complementare alle opere necessarie per il ripristino della passeggiata. "Abbiamo aggiunto 3 milioni per mettere in sicurezza la zona del piede del costone. Quando l'intervento sarà concluso riteniamo che la via dell'amore sarà in sicurezza - aggiunge l'assessore Giacomo Giampedrone -. Vedere i rocciatori in parete è una grande emozione. Tenere in piedi queste pareti è una missione per noi"
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      MyWay Autostrade per l'Italia

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie