Giorno della memoria: Fontana, ignoranza su Shoah spaventa

Piana: Auschwitz il più grande cimitero d'Europa

 "Ci sono segnali preoccupanti di un ritorno dell'antisemitismo, che vanno intercettati. Il segnale più preoccupante è l'ignoranza spaventosa dal punto di vista storico che attraversa soprattutto la generazione dei 30-40enni, nelle famiglie si parla pochissimo della Shoah, non c'è più l'eredità della storia dell'anti fascismo, di cosa è stato il fascismo e la deportazione, i ragazzi leggono sempre meno". Lo dichiara la rappresentante per l'Italia al "Memorial de la Shoah de Paris", Lucia Fontana, alla seduta solenne del Consiglio regionale della Liguria per il "Giorno della Memoria". Hanno partecipato il presidente della Regione Giovanni Toti, i rappresentanti delle autorità civili e militari della Liguria, i gonfaloni delle città di Genova, La Spezia, Savona e Imperia, i rappresentanti della comunità ebraica dell'associazione ex deportati. "La memoria della Shoah è un dovere civile e morale, - afferma il presidente dell'assemblea Alessandro Piana - fu una rottura di civiltà che ha costituto nella coscienza di tutti noi uno spartiacque netto tra il prima e il poi, dobbiamo ricordarci che Auschwitz è stato il cimitero più grande d'Europa".
    Al termine della seduta sono stati premiati i ragazzi delle scuole che hanno vinto la tredicesima edizione del concorso '27 gennaio: Giorno della Memoria' istituito dal Consiglio regionale della Liguria.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie