Percorso:ANSA > Mare > Porti e Logistica > Ucraina: Panaro (Srm), solo 46% delle navi arriva in orario

Ucraina: Panaro (Srm), solo 46% delle navi arriva in orario

"Meglio di inizio anno, ma restano i nodi causati dalla guerra"

27 ottobre, 20:56
(ANSA) - GENOVA, 27 OTT - "Dal punto di vista marittimo i noli si stanno abbassando ed è una buona notizia perché vuol dire che non ci sono costi così esorbitanti da pagare per far viaggiare i nostri container sulle navi. E l'affidabilità delle nostre navi sta migliorando: nel primo periodo dell'anno avevamo circa il 30-35% delle navi che arrivavano in orario, perché a causa della pandemia i terminal avevano carenza di personale e le navi erano costrette ad aspettare in rada e fare ritardi.

Oggi siamo saliti al 40-46%. Ma vuol dire che c'è un altro 50% di navi e oltre che continuano ad arrivare con un ritardo di 6-7 giorni". Alessando Panaro, responsabile dell'area di ricerca maritime & energy del centro studi Srm, fa il punto della situazione al convegno "Shipping, forwardings & logistic meets industry, Seaside edition" all'Acquario di Genova, parlando dell'"ingorgo globale" creatosi a causa di pandemia e guerra in Ucraina.

"Indiscutibilmente c'è un miglioramento ma solo dal punto di vista tecnico, non economico" sottolinea e aggiunge: "Finché non finirà il conflitto e non riprenderanno, ad esempio, le rotte sul Mar Nero che può sembrare piccolo ma è un mare sul quale passano rotte fondamentali, ad esempio dal punto di vista dei cereali, sia rotte energetiche, in cui molti porti italiani sono protagonisti, fanno greggio e raffinato, non si potrà parlare di miglioramento". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA