Torino, mano robotica riabilita da ictus

Reale Foundation e Rotary finanziano progetto con 107 mila euro

(ANSA) - TORINO, 23 SET - L'ospedale Molinette di Torino mette in campo un robot avveniristico per riabilitare gli arti superiori fuori uso dopo un ictus. La mano robotica 2.0, in realtà un apparecchio molto complesso, è stata presentata oggi.
    Presenti il direttore del Centro di Medicina della Riabilitazione della Città della Salute Giuseppe Massazza, e i referenti di Reale Foundation e dei numerosi Rotary Club che insieme hanno finanziato il progetto, costato 107 mila euro.
    Il paziente con patologia neuromotoria, è stato spiegato, si siede a una console di fronte a uno schermo e infila entrambe le braccia in appositi sostegni articolati che finiscono in due guanti dotati di sensori per la lettura dei movimenti attivi e tendini artificiali per la mobilizzazione passiva. Il movimento può essere prodotto interamente dal guanto, interamente dal paziente oppure il dispositivo può intervenire solo quando necessario. La macchina registra i progressi e permette la programmazione di esercizi via via più complessi.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere