Amianto, Piemonte vara nuovo modello mappatura

Assessore Marnati, 1/a Regione in Italia, modello per tutti

(ANSA) - TORINO, 17 FEB - Il Piemonte è la prima Regione italiana ad adottare un protocollo per la mappatura dell'amianto presente in natura. Il metodo che permette di individuare le aree dove è più probabile trovare il minerale è stato messo a punto dal Settore Servizi Ambientali della Regione.
    Oltre a mettere nero su bianco le aree nelle quali i minerali di amianto sono presenti naturalmente nelle rocce, il protocollo riguarda anche la presenza antropica, dove l'amianto è messo in opera come manufatto.
    "Si compie - rimarca - l'assessore regionale all'Ambiente Matteo Marnati - un ulteriore passo verso la realizzazione di un sistema completo di rilevamento dell'amianto naturale e lavorato, il che rende la nostra Regione la più attrezzata d'Italia per trattare questo minerale. Molte Regioni e Agenzie per la protezione ambientale ci hanno infatti già chiesto di fare riferimento al nostro modello".
    La mappatura, in termini di probabilità di rinvenire i minerali di amianto, prevede 5 gruppi principali che esprimono 5 classi di probabilità di rinvenimento di amianto. Sarà resa disponibile on-line, quale strumento per le amministrazioni e i professionisti. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie