Camere commercio:Crotone, rapporto maturità digitale imprese

Presidente Pugliese: ricerca evidenzia forte ritardo provincia

(ANSA) - CROTONE, 17 SET - Si è svolto, nella Camera di commercio di Crotone, il seminario "Digital: dalla formazione al lavoro per l'impresa di domani", organizzato dall'Ente camerale nell'ambito dei progetti Pid e Orientamento.
    L'incontro è stato aperto dai saluti del Presidente della Camera di commercio Alfio Pugliese e dell'intervento del Dirigente Area qualità di Dintec-Consorzio per l'innovazione tecnologica, il quale ha evidenziato i risultati del progetto PID attuato dal sistema camerale italiano evidenziando l'importanza delle reti di innovazione e della realizzazione di esperienze formative sul tema delle competenze digitali.
    E' seguita la presentazione del "Rapporto sulla maturità digitale delle competenze professionali nelle imprese. I fabbisogni e le strategie nell'ambito della formazione" a cura degli autori Paola Sabella, Gaetana Rubino e Walter D'Amario.
    "La ricerca, in estrema sintesi - ha detto il presidente della Camera di commercio, Alfio Pugliese - evidenzia come la provincia di Crotone abbia un forte ritardo in termini di maturità digitale e come investire in formazione sia l'unica strada percorribile per colmare questo gap. Lo studio ha avuto come scopo quello di fotografare il grado di maturità digitale delle imprese crotonesi. L'intento è stato quello di comprendere come le imprese stiano rispondendo alle sfide della digitalizzazione, ineludibili per la loro sopravvivenza. Con questo lavoro l'Ente camerale ha voluto reperire le informazioni necessarie al fine di comprendere le criticità e predisporre delle azioni correttive per valorizzare tale driver di sviluppo".
    Secondo il Segretario generale della Camera di commercio, Paola Sabella, "i dati dimostrano tendenzialmente come nella provincia di Crotone le imprese abbiano grandi difficoltà a digitalizzarsi. Infatti, il primo dato che emerge, confrontando il grado medio di digitalizzazione italiano (2) con quello della provincia di Crotone (1,65), è che la provincia di Crotone risulta essere una tra quelle con il tasso medio più basso in Italia. Anche se l'ente è risultato con il suo PID - Punto Impresa Digitale - tra i più attivi a livello Italiano, classificandosi all'ottavo posto in termini di questionari Selfi compilati, i dati dimostrano come le imprese abbiano una maturità digitale che in provincia non va oltre il binomio Apprendista-Esordiente che si attesta al 78,94%, mentre la media nazionale è del 58,52%, segno di come le imprese abbiano nella maggior parte competenze molto esigue. Il Rapporto basato su due strumenti di assessment Selfi e Zoom, ha fornito una serie di dati negativi che evidenziano come sia doveroso investire in formazione qualificata e d'eccellenza nel settore del digitale.
    L'unico modo affinché si possa colmare queste criticità consiste nell'avvalersi delle opportunità della digitalizzazione".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni