Moda: al Micam calzaturieri Marche lanciano Shoes valley

Progetto ampio marketing per mettere in rete attori comparto

(ANSA) - ANCONA, 17 SET - Al Micam di Milano il distretto marchigiano della calzatura lancia la Shoes Valley. E' un progetto di marketing territoriale di ampio respiro che ha l'obiettivo di mettere in rete tutti gli attori del comparto, non solo i calzaturieri. "La manifattura delle Marche ha una caratteristica indelebile - spiega Gino Sabatini, presidente Camera di commercio Marche -, sa produrre cose belle e di qualità nel rispetto dell'ambiente e profondamente radicate nel territorio. Un sapere far bene che dalla calzatura si diffonde a tutti i settori dell'economia regionale ed è nel dna dei marchigiani". "Sta per nascere un hub che aggrega eccellenze - ha spiegato Gabriele Micozzi, docente di marketing e comunicazione alla Politecnica delle Marche - un luogo di contaminazione per progetti futuri, anche tecnologici, in grado di accompagnare le aziende nel business e nei processi di sviluppo. Un ruolo strategico lo avranno le attività di formazione, i rapporti con scuole e centri di competenza, anche quelli internazionali".
    Per le risorse economiche a disposizione c'è un impegno iniziale della Camera di Commercio delle Marche e del sistema delle associazioni di categoria che hanno sensibilizzato anche la Regione Marche "perché investa in un progetto che ben si inserisce nelle strategie di promozione del territorio, tant'è che si sta pensando a una presenza del progetto anche alla prossima edizione della Bit a Milano".
    "Vuol essere un progetto inclusivo - ha spiegato Salina Ferretti, presidente dei calzaturieri Confindustria Macerata - che parte dalla forza di un distretto che ha le caratteristiche di filiera completa: si entra con un'idea di prodotto e si esce con il prodotto finito, che ovviamente siamo in grado di spedire in tutto il mondo. Tutto questo con una flessibilità e una rapidità che si sommano alla qualità, dei processi e dei prodotti, e ci rendono competitivi nel servizio". Sono quattro i principali destinatari della Shoes Valley: gli investitori e le griffe che cercano partner produttivi tra 1.800 aziende attive nel distretto, i buyer, i consumatori e, soprattutto i turisti dello shopping".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni