PNRR - Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza
  1. ANSA.it
  2. ANSA PNRR
  3. Lavoratori e imprese
  4. Pnrr: Fioroni, tanti i progetti già partiti in Umbria

Pnrr: Fioroni, tanti i progetti già partiti in Umbria

Per assessore "continuità" ma anche di architettura da rivedere

Redazione ANSA PERUGIA

(ANSA) - PERUGIA, 27 OTT - Vede sostanzialmente "continuità" l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, Michele Fioroni, in merito al lavoro fatto finora sul Pnrr legato all'Umbria e all'arrivo del nuovo Governo. Anche se, sostiene, "l'impostazione dell'architettura andrà sicuramente un pò rivista, considerato che alcune indicazioni come sistema delle Regioni l'avevamo già fornite sul fronte del digitale e penso quindi anche al ruolo che ho come coordinatore per la commissione sull'innovazione digitale".
    "Molti progetti invece sono già partiti, con grande impatto che si ha soprattutto sulle infrastrutture" ha detto Fioroni in un'intervista all'ANSA.
    Fioroni ha quindi sottolineato che per il mondo del lavoro "si va nel solco di una misura già fatta a livello regionale con il progetto Rework". "Che si pone - ha spiegato - il problema di lavorare sull'occupabilità, sia dei disoccupati sia di chi è coinvolto in situazioni di crisi ma anche con al centro il tema dell'inserimento in percorsi di riqualificazione professionale.
    Misura che con 10 milioni di euro è riuscito a garantire in Umbria oltre 1.400 occupati accompagnando la riqualificazione professionale di persone che erano ai margini del mercato del lavoro. Un sistema di incentivi lato imprese per assumere risorse qualificate, con una gradualità dell'incentivo dato all'impresa direttamente proporzionale alla distanza del lavoratore dal mercato del lavoro".
    L'assessore ritiene quindi che questo "sia un modello da seguire". "Perché fondamentale - ha sostenuto - per attivare tutto il sistema della filiera professionale, altro aspetto che riguarda il Pnrr".
    E in merito all'Its, il sistema di percorsi post diploma che offrono una formazione tecnica altamente qualificata per entrare subito nel mondo del lavoro, Fioroni ha ricordato che "dovrà essere attivata un'interlocuzione piuttosto serrata con il nuovo governo visto che in quello uscente la posizione del ministro Bianchi non aveva trovato un consenso molto largo da parte della maggioranza delle Regioni soprattutto sui criteri di riparto e sulle premialità".
    Fra le altre cose, e ancora sugli ITS, "come Umbria - ha concluso Fioroni - siamo stati anche un progetto pilota per la pubblica amministrazione grazie all'azione intrapresa con il collega Colla dell'Emilia Romagna a cui poi si sono aggiunte altre Regioni. Il progetto prevede proprio dei corsi dedicati alla pubblica amministrazione sulla cybersecurity, un tema emergenziale oggi. Con un sistema economico ma anche con una pubblica amministrazione che diventano sempre più digitali questa è un'esigenza fondamentale con i dati che saranno sempre più il nuovo patrimonio da tutelare". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: