COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale SEO Cube S.r.l.

Come si crea e si sviluppa un business online, lo abbiamo chiesto all’agenzia web Sunrise di Roma

La costruzione di un business online è un processo lungo ed elaborato che richiede competenza e attenzione. Abbiamo deciso di parlarne con lo staff dell’Agenzia Sunrise, una realtà che si occupa della creazione di e-commerce e della realizzazione siti web a Roma, mettendo a disposizione soluzioni responsive per i professionisti e per le aziende. L’Agenzia Sunrise garantisce, tra l’altro, servizi di posizionamento su Google e di ottimizzazione per i motori di ricerca, così da consentire un incremento dei contatti e un miglioramento della visibilità.

Grazie per aver accettato di rispondere alle nostre domande. Qual è il modus operandi della vostra agenzia web?

Il primo passo è rappresentato da una conversazione con il cliente finalizzata a comprendere le sue esigenze e le sue aspettative. Dopodiché, nel giro di un paio di giorni spediamo un preventivo completo e proponiamo tre differenti strade grafiche tra cui scegliere, con esempi di siti di default. Una volta individuata la grafica su cui puntare, si procede alla definizione di tutti i dettagli del sito, o in un incontro faccia a faccia o tramite una call su Skype. A quel punto non resta altro da fare che firmare il contratto, così che possiamo metterci al lavoro: entro un mese il sito sarà già online.

Più in generale, quali sono gli aspetti da tenere in considerazione per la creazione di un business su Internet?

Diciamo che al giorno d’oggi sono numerosi gli strumenti su cui si può contare per far nascere un’attività di commercio elettronico: è il caso, per esempio, di WooCommerce e Shopify, grazie a cui anche chi non ha molta esperienza in ambito tecnologico ha l’opportunità di mettere online una vetrina. Vale la pena di tener presente che sono due le principali tipologie di commercio elettronico: quella business to business prevede che i clienti siano aziende; quella business to consumer prevede che i clienti siano i consumatori finali.

Come può essere sfruttato al massimo il marketing digitale?

Una delle caratteristiche più interessanti di questa forma di marketing è rappresentata dal fatto che tutte le attività possono essere misurate: questo implica che se si presta attenzione al comportamento tenuto dagli utenti del sito si può cogliere l’opportunità di verificare il rendimento del proprio operato e, in buona sostanza, valutarne i risultati. Per esempio Google Analytics permette di usufruire di report dettagliati, grazie a cui è possibile comprendere se gli obiettivi di business che ci si propone di raggiungere potranno essere conseguiti nei tempi auspicati.

Le app di messaggistica possono svolgere un ruolo in questo processo?

Anche se non sono in molti a essersene resi conto, sia Messenger che Whatsapp hanno cambiato in modo significativo il modo di lavorare. Il cosiddetto marketing conversazionale è reso possibile dagli smartphone, che permettono di avviare una conversazione con gli utenti (che sono potenziali clienti) attraverso messaggi e videochiamate. L’integrazione nelle piattaforme dei chatbot è un ulteriore passo lungo questo percorso, frutto della necessità e del desiderio di rispondere in tempi rapidi alle persone da cui si viene contattati.

Immaginiamo che per i business online i social network siano molto preziosi.

Non solo sono preziosi, ma è pressoché impossibile prescindere da essi: che si tratti di Instagram, di Facebook o di Linkedin, chiunque gestisca un’attività imprenditoriale deve sfruttare i social media. Non bisogna commettere lo sbaglio di pensare che si tratti solo di piattaforme per ragazzi o che esse accolgano solo chi non ha di meglio da fare. Per altro, anche nel caso in cui fosse davvero così i social sono così tanto frequentati che sarebbe comunque un imperativo esserci.

Al giorno d’oggi la sicurezza è un aspetto molto importante. Come si può tenerne conto?

In genere i siti web vengono realizzati con Wordpress: si tratta di una piattaforma diffusa in tutto il mondo, che ha il pregio di essere facile da utilizzare ma, al tempo stesso, ha il difetto di risultare piuttosto vulnerabile da parte dei criminali informatici. Attenzione, però: ciò non vuol dire che un sito Wordpress sia sempre a rischio o da evitare; più semplicemente, è opportuno fare in modo che venga aggiornato il più spesso possibile. Sono proprio gli aggiornamenti che permettono di porre rimedio alle lacune, alle falle e ai bachi che potrebbero essere sfruttati dai malintenzionati.

Come si fa ad apparire nei primi risultati di ricerca su Google?

Il lavoro sulla Seo deve essere costante e ininterrotto: anche nel caso in cui si raggiungano risultati apprezzabili, è vietato sedersi sugli allori ma occorre continuare a impegnarsi, anche perché i competitor non stanno certo a guardare. Nel caso in cui si sia costretti a rifare il proprio sito, inoltre, è bene prestare attenzione agli Url delle pagine che sono già state indicizzate: se non si procede in modo corretto il pericolo è quello di perdere il posizionamento che era stato conquistato con tanta fatica.

Bisogna rivolgersi a un pubblico locale o a un pubblico globale?

Questo dipende, ovviamente, dalle caratteristiche del business. Nel caso in cui si punti sulla visibilità locale, però, è necessario registrare il profilo della propria attività su Google My Business: in questo modo si dispone di una scheda gratuita per mezzo della quale ci si può far trovare dai propri clienti, qualunque sia il tipo di attività che si gestisce. Google My Business può essere considerato una sorta di tramite tra il mondo offline e quello online, a prescindere dal fatto che si sia alla guida di una carrozzeria, di un ostello, di una gelateria, di un negozio di parrucchieri, e così via.

Qual è il budget da investire per la creazione di un business online?

Non si tratta di capire quanto investire, ma come investire. Per esempio, non ha senso spendere quasi tutto per la parte grafica. Proprio per questo motivo è molto importante pianificare sin dall’inizio gli investimenti, ricordando che senza una strategia di web marketing vincente anche il migliore degli e-commerce rischia di restare sconosciuto. Ci vuole, insomma, il perfetto equilibrio tra le varie componenti, senza dimenticare il copywriting e la stesura dei contenuti testuali.

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie