COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Friuli Venezia Giulia

Anci fvg: Favot serve maggiore collaborazione fra istituzioni, sindaci in prima linea

Il presidente interviene in merito alla questione Coronavirus e il Cpr di Gradisca

ANCI Friuli Venezia Giulia

Botta e risposta tra il sindaco di Gradisca d’Isonzo Linda Tomasinsig e Angelo Obit segretario provinciale del sindacato autonomo di polizia. A far scattare la discussione a mezzo social e comunicati, la positività di un nigeriano ospite del Cpr di Gradisca d’Isonzo e i modi e i tempi di comunicazione scelti per la diramazione della notizia. 

Un confronto su cui interviene anche il presidente di Anci Fvg Dorino Favot. “Un errore di comunicazione di cui, in momenti come questi di grande difficoltà, preferiremmo farne a meno. Trovo inammissibile che un rappresentante sindacale possa attaccare apertamente un sindaco con tali toni, considerando che le Fasce Tricolori in questo momento sono tra le categorie maggiormente esposte, sempre in prima linea per la gestione della crisi del Coronavirus e punto di riferimento per i cittadini. Non dimentichiamoci, infatti, che la figura del sindaco è fondamentale per mantenere la coesione nel proprio territorio e che quindi l’utilizzo di certi toni tra istituzioni è assolutamente sconsigliato".

"Il sindaco Tomasinsig, - ha concluso Favot - ha il sacrosanto diritto come tutti gli altri Primi cittadini della Regione di avere tutte le informazioni in merito all’emergenza Covid 19, veicolandole con accortezza pensando alle conseguenze che possono avere sul territorio. Mi auguro che si tratti solo di un incidente di percorso, visto il periodo particolarmente teso, un’eccezione ma non una regola con l’auspicio che ognuno di noi dia solo il meglio di se stesso per superare la crisi globale che stiamo affrontando.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie