• Belluno, imprenditore cinese dona 4mila mascherine: «Accolto con affetto, dovevamo ricambiare»
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Veneto

Belluno, imprenditore cinese dona 4mila mascherine: «Accolto con affetto, dovevamo ricambiare»

ANCI Veneto

Sono arrivate direttamente dalla Cina e lunedì sono state consegnate al Sindaco di Belluno, Jacopo Massaro, le prime 2mila mascherine donate dall'imprenditore cinese Lee Li, in Italia da 18 anni e titolare del ristorante Fuji Asian Fusion di Via Vittorio Veneto. Nei prossimi giorni, arriveranno altre 2mila mascherine, già in Italia, per un totale di 4mila pezzi da donare alla popolazione della città.

Si tratta di mascherine facciali a tre veli ad uso medico, fatte arrivare dalla Cina da Li: «Vivo a Belluno da oltre tre anni, e i bellunesi mi hanno subito accolto benissimo. - spiega – Quando ho visto quello che è successo nel mio paese e quello che stava accadendo in Italia, ho sentito il dovere morale di aiutare la popolazione italiana e bellunese per ricambiarli dell'affetto ricevuto».

«Non possiamo che ringraziare Li per questo bel gesto spontaneo di generosità, - commenta Massaro – che si aggiunge ai tanti altri di persone che stanno contribuendo per superare questo brutto momento. Sono proprio queste azioni che fanno di un gruppo di persone che vivono in uno stesso luogo una vera Comunità. Mi sento orgoglioso di rappresentare una Città in cui i singoli cittadini nei momenti più difficili,  da Vaia al Coronavirus, hanno dimostrato di volersi prendere cura di tutti, nessuno escluso».

«Queste mascherine ci saranno molto utili - ha concluso Massaro  - perché al Comune sono giunte numerose richieste dal personale che è in prima linea per proteggerci, a tutela della propria e dell'altrui salute: uomini del volontariato, personale medico, infermieristico e sanitario, Forze dell'Ordine, e tanti altri che quotidianamente si sacrificano per la nostra sicurezza».

 

Archiviato in


Modifica consenso Cookie