In arrivo tensostrutture Nuoro Cagliari

Governatore, continuiamo a non avere ventilatori e caschi

Per far fronte all'emergenza coronavirus la Sardegna avrà molto presto due tensostrutture da dislocare al San Francesco di Nuoro e al Santissima Trinità di Cagliari. Ognuna potrà contenere 16 posti di rianimazione. "Siamo in attesa che il commissario per il potenziamento dei presidi ospedalieri Domenico Arcuri, come è stato fatto per la Calabria, licenzi la pratica, mentre il soggetto attuatore sarà l'Agenzia del Demanio", ha spiegato l'assessore della Sanità Mario Nieddu.

Sinora la Regione Sardegna, ha ricordato il presidente Christian Solinas, dalla Protezione civile nazionale ha ottenuto ben poco. A parte i 1.200 tamponi arrivati ieri, "continuiamo a non avere ciò che più è necessario, ovvero ventilatori, caschi CPap, tubi tracheali per i pazienti più gravi". Il problema, ha sottolineato il governatore, "non riguarda solo noi, le stesse criticità sono state segnalate dalla Campania". In ogni caso, ha assicurato il governatore, "non restiamo di certo fermi, la Regione ha fatto diversi ordinativi e sta provvedendo ad acquisire la strumentazione necessaria sul mercato internazionale".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie